venerdì 25 marzo 2016

Scoprire la coerenza e l'abilità della mente di toccare.

Le scoperte della fisica quantistica hanno portato ad una verità particolare ovvero l'assenza della possibilità del tocco. Infatti qualsiasi contatto tra cose materiali è illusorio visto che esiste solo repulsione elettromagnetica. Dal precedente articolo abbiamo visto come ogni atomo può essere visto come un attrattore centrale, quindi il concetto di repulsione è legato più alla compressione di carica che noi chiamiamo gravità. Questo fenomeno consente l'attrazione, la repulsione è il bilanciamento.
L'unico concetto di tocco in fisica diverrebbe la fusione. Ogni realtà esperita e focalizzata è frutto dello smistamento di onde elaborando dalla mente. Ma possibile che siamo isolati dal mondo e che l'unica cosa che esiste davvero è l'interiorità? In realtà esista un'altra possibilità per entrare in contatto effettivamente con il mondo in maniera efficace, questo metodo è la compassione. La compassione è la traduzione del comportamento di un'onda che raggiunge la coerenza. Ad esempio sappiamo che la coerenza dell'ECG aumenta quando la volontà trova ciò che in natura è elettricamente condivisibile. La coerenza è la scienza del tocco perché rappresenta l'effetto d'onda di una mente che si prepara
a toccare. La coerenza può aumentare l'attenzione. L'attenzione focalizzata con compassione è uno dei massimi di campo di cui disponiamo, è stato provato che mentre dirigiamo l'attenzione focalizzata con amore verso una persona il campo di quest'ultima si amplificherà. In un universo dove esiste solo una sostanza la coerenza è il meccanismo della creazione.
Un sistema in coerenza non disperde energia,ma l'irradia. La coerenza è in grado di ricavare energia da un rumore di fondo... Imparare la coerenza, significa imparare a toccare, entrare in contatto....
Il tocco in correlazione di fase consente la creazione, le onde obbediscono all'amore è in realtà la spiegazione di una semplice verità, l'amore è quella misura che rende le onde costruttive, le da una via d'uscita dal piano dove sono addensate e le rende eterne e auto-sufficienti.
Questa modalità può essere indotta, questa misura è quella che ogni discepolo di qi-gong o tai chi sperava di imparare dal suo maestro, dalle religioni e quant'altro. C'è una disciplina che rende igienico o coerente il campo, lo espande in maniera auto-organizzante. La consapevolezza è al capacità di estrarre il flusso informativo d'onda in maniera coerente, ecco perché imparare la compassione è l'uscita dai guai, dal caos e dall'incoerenza che crea fronti d'onda con interferenza distruttiva...