mercoledì 15 giugno 2016

Riprogrammare l'inconscio e correlare l'informazione

Il segreto della fisica quantistica è il campo fonte, che si comporta come fluido o super fluido. Il cervello umano scarica griglie geometriche elettriche per ogni atto, pensiero o decisione che fa. La vibrazione del campo di punto zero crea modelli geometrici variabili, ognuno dei quali possiamo definire pensiero. Le sequenze che danno origine al pensiero sono dunque delle immagini olografiche che danno vita ad una proiezione. Nel modo in cui aderiamo a tale proiezione conformiamo un campo che ha un'azione universale sul nostro corpo. Le abitudini di reagire ad una vibrazione sempre allo stesso modo creano una programmazione inconscia. Questa programmazione scivola in maniera automatica se non ci si prende la briga di scegliere la propria direzione. Quando la risposta elettrica di un campo è automatica l'ologramma inizia a solidificarsi in barriere che nemmeno ci si rende conto d'avere. Queste barriere sono inconsce perché la loro frequenza residua è più alta del pensiero cosciente. Il pensiero cosciente come residuo vibratorio può essere però un mezzo per la riprogrammazione inconscia. Gli stimoli elettrici che compongono le sequenze olografiche che noi chiamiamo il nostro pensiero hanno una fonte, e tale fonte sono parte di una serie di componenti quantistiche vibratorie. Il cervello infatti si comporta come una semplice guida d'onda per le onde di campo, che vengono rallentate e proiettate. Tramite la giusta attenzione, la meditazione e la consapevolezza è possibile riprogrammare quei modelli mentali che sono stati iscritti dalla società. L'inconscio collettivo scarica informazioni tramite interferenza di campo nel cervello, quindi nella mente conscia emergono schemi comuni da superare che sono la firma archetipica della mente collettiva. Per liberare completamente la mente da tutti questi residui è opportuno bilanciare l'ologramma in maniera sequenziale riferendosi all'opposto. Nella fisica l'effetto della simmetria è fondamentale perché il campo fonte si comporta come un gioco allo specchio per costruire le figure geometriche che compongono la realtà. E' importante portare ad un programmazione libera l'inconscio altrimenti sarà la guida d'onda degli accadimenti della propria vita, che alcuni credono sia il destino. L'universo è fatto di una sola materia, si differenzia per geometria e vortici, la mente ne è parte integrante. Per scoprire il blocco mentale auto-programmato basta vedere i limiti di convinzione che ognuno persegue a livello di pensiero. La distanza tra la vita che volete e la vostra è distante un pensiero? esattamente. Alcuni studi sulle dipendenze dimostrano che ogni dipendenza è una piccola disarmonia tra il campo del cuore e quello mentale che non lavorano in coerenza. Questo in pratica vuol dire che la dipendenza a qualsiasi cosa è un tentativo inconscio di nascondere il fatto che si sta reprimendo il proprio potenziale. Tramite il riferimento attivo la dipendenza quindi diventa un'indicazione su dove andare a cercare l'origine del problema e riprogrammare l'inconscio. Lo stimolo elettrico è ciò che informa il comportamento e questo vale per le cellule, per gli atomi e per il campo. Scoprire come correlare l'informazione è dunque una via d'uscita dal caos......

lunedì 13 giugno 2016

L'importanza di cambiare approccio alle cure per i bambini

Le scansioni cerebrali dello studio condotto dalla ricercatrice Sara Lazar mostrano che la meditazione può cambiare la dimensione di aree importanti del cervello, migliorare la nostra memoria e renderci più empatici, compassionevoli e capaci di affrontare lo stress. La Dott.ssa Lazar afferma: “Chi pratica la meditazione non si sente solo meglio, ma sperimenta enormi cambiamenti. Quello che accade è che si verificano profonde modificazioni nella struttura del cervello che si manifestano in sensazioni piacevoli” L’equipe di psichiatri del Massachusetts General Hospital affiliati all’Università di Harvard, guidati da Sara Lazar hanno infatti realizzato uno studio che dimostra come la meditazione influisca sul cervello. I risultati, pubblicati su Psychiatry Research, mostrano come praticare meditazione ogni giorno per 8 settimane può causare considerevoli cambiamenti nelle regioni cerebrali collegate alla memoria, all’autocoscienza, all’empatia e allo stress. Imparare a rendere coerente il campo è la scienza del futuro, va insegnato ai bambini, le disfunzioni d'attenzione non si curano con i farmaci, le terapie stressanti e altre cose distruttive. Speriamo di svegliarci un pò. L'importanza di conoscere correttamente il funzionamento della vita si ripercuote inevitabilmente sui bambini che vengono educati e guidati secondo principi distorti e a volte egoici. Trasferire le proprie aspettative di vita sui bambini può essere l'errore più importante che un genitore può fare. Diventare un genitore consapevole vuol dire tante cose, ma sopratutto cercare di raggruppare correttamente le informazioni in sé, dare l'esempio sempre. Ogni organo del corpo emette un proprio CEM di intensità e frequenza diversa a seconda del tipo di organo ma tutti questi CEM sono sincronizzati dal campo del Cuore. L’insieme di questi campi (CEM) forma una specie di “uovo” attorno all'organismo degli esseri viventi. E’ stato anche rilevato che le chiare modalità ritmiche nella variabilità della cadenza del battito cardiaco sono distintamente alterate-modificate dall'esperienza di differenti emozioni = emo-azioni = movimento del sangue). I cuori delle persone sono dunque dei potenti trasmettitori ed emettono costantemente onde elettromagnetiche. L'antenna che è fisicamente in grado di cogliere queste onde è il complesso apparato sensoriale del nostro intero corpo: a patto che l'antenna sia sintonizzata. Questi cambiamenti derivanti dalle emozioni, nelle onde elettromagnetiche, fanno variare la frequenza del battito, la pressione sanguigna e quella sonora prodotta dall'attività del ritmo cardiaco, sono anche percepiti da ogni cellula del corpo ad ulteriore supporto del ruolo del cuore quale globale e interno segnale di sincronizzazione fisiologica di ogni organo e sistema con i ritmi del cuore. Le informazioni vengono trasferite dal campo del cuore dei genitori ai figli senza la mediazione conscia, quindi per esser un buon genitore bisogna essere anche un buon studente.....

La differenza è una questione di geometria....

Diversi modelli atomici si stanno allineando alla visione elettrica dell'universo. L'attuale modello per l'elettromagnetismo è incompleto da circa 100 anni. Ora molti ricercatori confidano nel dire che ad esempio un corpo umano è composto  da 7 x 10 alla 27 atomi cioè un 7 seguito da 27 zeri. Ora dicono che 4,2 x 10 alla 27 sono di idrogeno.  Il restante di polvere universale. Iniziano a dirci che in realtà la gran parte di ogni atomo è vuota, il restante un effetto di campo. L'elettromagnetismo quindi viene visto come una dinamica viva, che controlla quindi le orbite planetarie, le orbite personali e l'informazione.
Ultimamente, Stephen Hawking ha una nuova grande idea:  "Propongo che le informazioni non sono memorizzate all'interno del buco nero, come ci si potrebbe aspettare, ma sul suo confine, l'orizzonte degli eventi."
In questa soluzione scientifica come traduciamo tutto ciò in maniera comprensibile?

La materia come l'elettromagnetismo è formata da un sostanza e dall'effetto che questa unica sostanza produce seconda la geometria. Un turbine di onde deve avere una regola, questa regola è insita nella geometria. La differenza tra un atomo di idrogeno e un'altro è la geometria. L'atomo di idrogeno ha una geometria più coerente di altri, questo gli consente proprietà non comuni. In questo senso se comprendiamo che la differenziazione nell'universo non è data dal tipo di materiale ma dalla geometria capiamo che c'è una regola per il funzionamento dell'universo. Questa regola è la distanza perfetta, la simmetria d'onda. La sezione aurea è la regola d'oro. La gravità, i nodi di plasma, il Sole funzionano grazie alla perfetta geometria. Quindi la compressione delle informazioni è una questione di ripiegamento, quindi di densità. Il livello più prossimo al dominio del vuoto è sempre più coerente fino a sparire in buco nero non perché viene schiacciato ma perché torna al campo esteso di punto zero. La coerenza tra onde le rende senza frizione e man mano senza polarità, il campo di punto zero quindi ci sembra neutro..........

domenica 12 giugno 2016

Passaggio in una nube ad alta densità.

Come abbiamo abbondantemente anticipato, parlato, descritto, dimostrato, ora anche i giornali e alcuni scienziati si sono accorti dello spostamento del sistema solare in una nube ad alta instabilità energetica. Fortuna che il dott. Dmitriev l'ha descritta anni fa......

Vedi qui




La vigilia di Natale 2009, l’ipotesi sorprendente che il nostro sistema solare, il Sole e tutti i suoi pianeti, si stanno muovendo in una nube interstellare di energia potenzialmente pericolosa e destabilizzante, è stato clamorosamente sostenuto.Nel loro lavoro di ricerca, “Un forte campo magnetico interstellare altamente inclinato vicino al sistema solare”, pubblicato il 24 dicembre, 2009 numero diNature, una rivista scientifica di tutto rispetto, rapporto M. et al Opher sui dati trasmessi da Voyager, la doppia sonda che hanno esplorato le zone più esterne del sistema solare dal 1977.
“Abbiamo scoperto un forte campo magnetico, appena fuori del sistema solare. Questo campo magnetico vale la nube di energia interstellare insieme e risolve il puzzle di lunga data di come può esistere”, dice Opher, un NASA Eliofisici ospite investigatore da George Mason Università. Egli spiega che questo nube di energia è almeno due volte più forte come era stato precedentemente previsto e che il sistema solare ha cominciato a passare in esso, aggiungendo che questo campo “è turbolenta o ha una distorsione in prossimità solare”.

sabato 11 giugno 2016

Lo specchio delle fasi

La fisica quantistica insegna a trattenere un immagine potenziale/olografica nella propria mente per avere la risultante nella realtà. Il principio è più profondo e richiede uno stato interiore/intuitivo sintonizzato su ciò che arriva. L'universo è uno specchio per la coniugazione di fase, quindi ciò che emettete ovviamente torna per essere correttamente ripiegato. Il principio di questo fenomeno è semplice, ma di non facile applicazione. Molti modelli credono che sia il pensiero e l'atteggiamento a fare accadere le cose, così consigliano di concentrarsi su ipotetiche realtà e fare il salto. Lo scopo del ritorno tuttavia non è la felicità e lo svago ma la densità informativa. C'è un lavoro attivo da fare per correlare le vostre onde in fase, quindi ciò che si emette è sempre una lieve distorsione allo specchio perfetto. Per entrare in risonanza con le lezioni che si hanno da comprimere, bisogna essere in unità con i principi interni. Il pensiero, in quanto onda risultante o vibrazione residua aiuta a sommare lo spin del campo personale che però obbedisce ad energie più elevate. La capacità di creare un tunnel è la capacità della mente di vedere a distanza, ma è anche la scala per andare verso la realizzazione. Per correlare in fase le onde c'è bisogno di un fuoco regolatore, questo fuoco per principio universale deve essere lo stesso che vi aggancia in fase nelle varie densità, che è il meccanismo della gravità. Ebbene non c'è altro da fare che lavorare assiduamente su voi stessi, senza aspettative, senza attese, senza idealizzare il mondo, la propria immagine. E' tutto ciò che serve il resto si ripiegherà armonicamente da sé. E' fondamentale per rimanere responsabili delle proprie sequenze di vita lavorare assiduamente sul pensiero olografico interno. Il pensiero funziona da proiettore olografico orizzontale, ogni volta che mettiamo una cartuccia nel proiettore (pensiero accompagnato da emozione) proiettiamo un film che ci sembrerà la nostra esperienza. Il continuo processare dei pensieri olografici all'interno di noi ci consente di avere una firma vibrazionale sempre più alta ed avere un addensamento di campo se riusciamo a farla diventare coerente. Se però ci affidiamo al concetto razionale per proiettare un qualcosa che vogliamo potremmo essere condizionati da un concetto che non appartiene alla nostra esperienza. La disciplina di pensiero diventa fondamentale per far sì che lo specchio della nostra vibrazione possa essere un correlatore di fase perfetto ed avere dalla vita ciò che realmente ci serve, o che serve come principio universale.


mercoledì 8 giugno 2016

Grande ondata e cambiamento: verità o finzione?

Oggi rispondo alle domande sulla possibilità di un cambiamento di densità collettivo dovuto ad emissioni solari. Posto che nella divisione apparente di tempo/spazio la vibrazione fotonica ha già assunto complessità informative più ampie, vediamo di capirne di più.

Le orbite planetarie sono spesso un motivo di mistero per alcuni studiosi, che non riescono a capire il come è perché di certi meccanismi cosmici.
Eppure le orbite planetarie non sono affatto casuali, ma registrate da un complessa geometria naturale. Sono le lancette dell'orologio cosmico che funziona con la risonanza di un oscillatore centrale. Il fatto che non possiamo vedere le linee di campo che si disegnano nell'etere ci fa credere che tutto il meccanismo sia casuale. La compressione di carica che forma il nostro sistema solare somiglia a un grosso vortice i cui punti di torsione formano ancora ed ancora un punto
implosivo/gravitativo. Costruendo un dodecaedro a scatti sull'avvitamento cosmico di campo possiamo intuire come ad ogni scatto di orologio aumenti la compressione informativa del sistema solare in vari punti delle spire. Ogni ciclo di 26 mila anni potrebbe rappresentare idealmente uno scatto sull'orologio cosmico  o il tempo per cui in una sfera ideale il Sole compia un giro intorno alla sua stella gemella. Perché si verifichi il ripiegamento di campo necessario alla vita
c'è bisogno dell'attrazione magnetica che avviene tra due vortici.
Vediamo la geometria che appare in varie forme nelle scienze naturali. La troviamo nella struttura dei nuclei atomici e nei gruppi di nuclei detto “microclusters”. La vediamo anche nella struttura sottostante ai continenti e alle montagne sulla Terra, detta “Griglia Globale”. Inoltre appare nel posizionamento delle orbite planetarie.
Quindi è facile intuire che valga anche per tutto il nostro sistema solare.
Il grande segreto è che “materia oscura”, “energia oscura”, la “schiuma quantistica”, ecc..l’energia che molti scienziati ora credono essere la fonte della materia, possiede proprietà simili a quelle dei fluidi. Il Campo Fonte è, letteralmente, la manifestazione energetica della Mente Universale. Le vibrazioni di questo “fluido universale” creano modelli geometrici. Ogni vibrazione nel fluido, ogni cambiamento nel suo stato di base, è ciò che chiamiamo pensiero.

Vedi articolo precedente

Calcolando questa struttura geometrica è semplice intuire come gli antichi calendari prevedevano cambiamenti di coscienza, questo è dovuto alla congiunzione geometrica
del dodecaedro di campo che pulsa dal centro del nostro Sole.

E' lecito aspettarsi una grande ondata?

Questa ondata è altamente possibile, anche se attualmente il Sole si sta trovando in un momento di basso nel sul ciclo, la geometria a scatti in cui è immersa la Terra può tranquillamente entrare
in un impatto con la famosa grande ondata.
Abbiamo forti evidenze scientifiche che ogni volta che tocchiamo i “punti nodali” del dodecaedro, il nostro Sole cambia energeticamente. La Terra quindi riceve moltissima energia che influenza il nostro clima.
I cambiamenti ormai sono evidenti, l'impatto finale non è predicibile ma ha una percentuale molto alta di impatto.
La resistenza di campo non è il metodo per resistere.
Il funzionamento di questi sistemi è in grado di assorbire l'onda eterica di impatto comprimendola in una densità informativa più elevata. Per fare ciò sia il campo terrestre che quello globale devono essere coerenti come un laser. Più la coerenza di ogni singolo, del collettivo e del pianeta sarà alta più l'impatto d'onda sarà correlato in fase.
Questo non porterà ad un cambiamento distruttivo come nei passati cicli terrestri ma un considerevole aumento considerevole di capacità e densità informativa.

La cosa che sfugge è che questo cambiamento non è distaccato dallo stato generale di campo che rappresenta la collettività. Infatti il meccanismo attrattivo da risucchio che una coscienza coerente forma è la chiave coo-dinamica per la compressione di campo. Detto in parole povere, l'innesco è l'effetto sono in misura armonica la stessa cosa. Per cui la differenza di coerenza nel campo delle persone farà da guida d'onda all'onda portante.