lunedì 28 novembre 2016

H3O2



Nel suo libro del 2001, " Cellule, gel e le Motori di vita ," Dr. Pollack spiega le funzioni cellulari. La ricerca suggerisce che gran parte della biologia delle cellule può essere governata da un unico meccanismo unificante -. La transizione di fase acqua è assolutamente fondamentale per ogni funzione della cellula - che si tratti di contrazione muscolare, cellule in divisione, o nervi, etc.
Questo libro straordinario sfida molti dei concetti che sono stati accettati in biologia cellulare contemporanea. La premessa alla base di questo libro è che il citoplasma di una cellula è simile a gel, piuttosto che una soluzione acquosa ordinario.

L'acqua nelle vostre cellule dar loro carica negativa
Altre differenze intrinseche tra acqua normale e l'acqua EZ includono la sua struttura. L'acqua del rubinetto è H2O, ma questa quarta fase non è H2O; in realtà è H3O2. E 'anche più viscoso, più ordinata, e più alcalina che acqua normale, e le sue proprietà ottiche sono differenti. L'indice di rifrazione dell'acqua EZ è di circa il 10 per cento superiore a quella dell'acqua normale. La sua densità è anche circa il 10 per cento superiore, e ha una carica negativa (potenziale elettrico negativo). Questo può fornire la risposta al perché le cellule umane pagano negativamente. Dr. Pollack spiega:
"Tutti sanno che la cella è carica negativamente. Se si inserisce un elettrodo in una delle vostre cellule, si misura un potenziale elettrico negativo. Il libro di testo dice che la ragione di questo potenziale elettrico negativo ha a che fare con la membrana e canali ionici nella membrana.
Stranamente, se si guarda a un gel che non ha alcuna membrana, si registra più o meno lo stesso potenziale - 100 millivolt o 150 millivolt negativi. L'interno della cella è molto simile a un gel. È un po 'sorprendente che qualcosa senza una membrana produce lo stesso potenziale elettrico della cella con una membrana.
Ciò solleva la domanda: da dove viene questa negatività proviene da Beh, credo che la negatività proviene dall'acqua, perché l'acqua EZ all'interno della cellula ha una carica negativa?. Lo stesso vale per il gel dell'acqua EZ nel gel conferisce negatività. Credo che le cellule sono caricati negativamente perché l'acqua all'interno della cellula è acqua EZ e non H2O neutrale ".
Ciò che crea o Costruisce EZ acqua?
Una delle maggiori sorprese è che l'ingrediente chiave per creare l'acqua EZ è luce, ovvero l'energia elettromagnetica, sia sotto forma di luce visibile, ultravioletta (UV) e lunghezze d'onda infrarosse, che siamo circondati da tutto il tempo. Infrarossi è il più potente, in particolare a lunghezze d'onda di circa tre micrometri, che è tutto intorno a te. L'acqua EZ può costruire su qualsiasi superficie idrofila o amante dell'acqua quando l'energia a infrarossi è disponibile.
Costruisce con l'aggiunta di strati su strati di acqua EZ, e può costruire milioni di strati molecolari. Questo è il modo in cui si verifica in natura. Ad esempio, il ghiaccio non si forma direttamente da H2O ordinaria. Si va dall'acqua regolare all'acqua EZ di ghiaccio. E quando farlo sciogliere, si passa da ghiaccio per l'acqua EZ di acqua normale. Così EZ acqua è uno stato intermedio.
"Scioglimento dei ghiacciai è un modo perfetto per ottenere acqua EZ. E un sacco di persone hanno saputo che questa acqua è veramente buono per la vostra salute, "Dr. Pollack dice.
Test campioni di acqua usando uno spettrometro UV-visibile, che misura l'assorbimento della luce a lunghezze d'onda diverse, Dr. Pollack ha scoperto che nella regione UV di 270 nanometri, poco meno della gamma visibile, l'EZ effettivamente assorbe la luce. Il più della luce 270 nanometri l'acqua assorbe, più acqua EZ il campione contiene. EZ acqua sembra essere abbastanza stabile. Ciò significa che può contenere la struttura, anche se si lascia seduti intorno per qualche tempo. I campioni di acqua dal fiume Gange e dal Lourdes in Francia sono state misurate, mostrando picchi nella regione di 270 nanometri, suggerendo queste "acque sante" contengono elevate quantità di acqua EZ. Secondo il Dr. Pollack, ci sono prove convincenti che EZ acqua è davvero salvare la vita ...
Dove possiamo ottenere acqua strutturata?
Sorgente di acqua - sotto pressione (profondità nel terreno) diventa strutturato.
Glacial fusione - il ghiaccio si trasforma in acqua strutturata (EZ acqua) durante la fusione. . . La fase tra liquido e solido è strutturato acqua.
Vortex - Un vortice si trova naturalmente in natura, come in torrenti, fiumi, cascate, ecc Il vortice è una sorta di perturbazione meccanica o agitazione. Vortex è un modo molto potente per aumentare la struttura. Ci sono dispositivi sul mercato che dell'acqua vortice.
Juicing - è l'acqua che proviene dalle cellule vegetali. acqua succo Strutturato!
Antiossidanti - La maggior parte dei tessuti del nostro corpo sono negativi. Le nostre cellule sono una carica negativa; ossidanti sono una carica positiva. Gli antiossidanti mantengono la carica negativa nel nostro corpo.
La luce del sole - fondamentale per la nostra salute. Luce costruisce acqua strutturata (acqua EZ.)
Circolazione - I globuli rossi si fanno strada attraverso i capillari; luce è il conducente di flusso. Aggiungere gli aumenti di luce e flusso. Qualcosa di diverso dal cuore (pressione) sta guidando il sangue.
Luce infrarossa - l'energia viene generata in tutto il mondo. Si spinge i processi nel vostro corpo.

La quarta fase di acqua: inizia con le basi di ciò che sappiamo di acqua ... da semplici esperimenti che capire questa quarta fase della acqua. Qual è la natura di questa quarta fase? Perché è interessante? Essa si applica a tocchi d'acqua tutto. E 'nel cielo e le nuvole. E 'negli oceani, laghi e fiumi, e si riempie l'interno del nostro corpo.




Dr. Gerald Pollack libri: http://www.ebnerandsons.com/ 

Dr Marcola intervista Dr. Gerald Pollack più specifici per la salute http://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2013/08/18/exclusion-zone-water.aspx 

domenica 27 novembre 2016

Regole del DNA e connessione con i domini del vuoto



Solo il 10% del nostro DNA  è utilizzato per costruire proteine, ed è proprio questa parte del DNA che è stata studiata e catalogata dagli scienziati occidentali. Il restante 90% della molecola è considerata scarto o “spazzatura”. Essendo convinti che la Natura non poteva essere così sciocca, gli scienziati russi hanno messo insieme genetisti e linguisti per studiare il DNA-spazzatura. E i loro risultati sono rivoluzionari: il DNA non è solo responsabile della costruzione del nostro corpo, ma è anche un mezzo di immagazzinamento di dati ed informazioni.
Il DNA spazzatura, gli alcalini del nostro DNA, seguono la normale grammatica e le regole del linguaggio umano. Premesso che la struttura base del DNA e il linguaggio sono simili, non è necessaria alcuna decodifica del DNA, basta parlargli! Questo spiega scientificamente perché affermazioni, ipnosi e simili possono avere un effetto tanto potente sugli esseri umani. La sostanza viva del DNA nel tessuto vivo, reagisce ai raggi laser modulati dal linguaggio, ma anche dalle onde radio.

Il biofisico e biologo molecolare russo Pjotr Gariaev e i suoi colleghi hanno anche esplorato il comportamento vibrazionale del DNA. In breve, il concetto di fondo è stato: “I cromosomi vivi funzionano come un computer olografico, usando radiazioni laser endogene nel DNA”. Questo significa che hanno tentato, ad esempio, di modulare certi modelli di frequenze (suono) in un raggio tipo laser, che ha influenzato la frequenza del DNA e questo ha modificato da solo l’informazione genetica.
Premesso che la struttura base del DNA e il linguaggio (come suddetto) sono simili, non è necessaria alcuna decodifica del DNA. Si possono usare semplicemente parole e frasi del linguaggio umano! Questo è stato provato scientificamente. La sostanza viva del DNA (nel tessuto vivo, non in vitro) reagisce ai raggi laser modulati dal linguaggio, anche con le onde radio, se l’ appropriata frequenza (suono) viene usata. Questo spiega scientificamente perché affermazioni, ipnosi e simili possano avere un effetto tanto forte sugli umani e i loro corpi. E’ completamente normale e naturale per il nostro DNA il reagire al linguaggio.
Gli scienziati russi hanno scoperto che il DNA può creare modelli invisibili e strutturati nell’ energia del vuoto nello spazio, questo crea wormholes magnetici! (Qua ci si riferisce agli studi di Garaiev e Poponin sul fenomeno da loro chiamato “Effetto DNA Fantasma”. Questo verrà spiegato dopo nell’ articolo.) I wormholes sono l’ equivalente dei cosiddetti ponti Einstein-Rosen nelle vicinanze dei buchi neri (che rimangono dalla morte delle stelle). Questi sono tunnel tra diverse aree nell’ universo, tramite i quali l’ informazione può essere trasmessa fuori da spazio e tempo.

 In questa matrice la sezione aurea è il modo in cui un vettore di campo o onda ruota per trovare l'auto-organizzazione. Ogni volta che una tale forma d'onda pulsa crea una sequenza di spin con una certa rotazione, quindi potremmo dire che lo spin è il momento angolare di un'onda. Di fatti la dinamica di un'onda in sezione aurea osservata mentre pulsa in un toroide compone a seconda del punto di angolazione da dove viene guardata le lettere dell'alfabeto. Ecco che il DNA si comporta come un frattale del campo unificato avendo così regole di rotazione e linguaggio identiche alle regole delle sequenze di spin.


Rivisitazioni dei concetti di buco nero



Nel 72 un giovane fisico di nome Unruh paragonò il fenomeno di un buco nero con la caduta di un fluido in una cascata. 
Così chiese di immaginare un urlo di un pesce che si tuffa in una cascata. L'acqua cade così velocemente nella cascata che supera la velocità del suono in un determinato punto. Quando il pesce supera tale punto l'acqua spazzerà via le sue onde sonore (urla) verso il basso più velocemente delle onde sonore così che il pesce non può più essere sentito dai suoi compagni nel fiume. 
Secondo la teoria della relatività quando ci si avvicina ai fenomeni noti come i buchi neri il tessuto dello spazio-tempo diventa sempre più curvo e quindi a un aumento della gravità.
In un punto di non ritorno conosciuto come "orizzonte degli eventi", la curvatura spazio-tempo diventa così ripida che i segnali non possono più salire al mondo esterno. Entro l'orizzonte degli eventi, anche la luce è tenuto prigioniero dalla gravità del buco nero, rendendo i buchi neri invisibili.
Nel 1981 il paragone si rivelò ancora più azzeccato tanto che gli orizzonti sonori di una cascata sono denominati buchi neri sonici.
I ricercatori hanno iniziato a cercare attraverso l'uso di impianti idraulici la fisica dei buchi neri sonici per cercare indizi circa buchi neri reali. E negli ultimi anni, hanno iniziato la creazione di buchi neri sonori in laboratorio e l'elaborazione di sempre più sofisticati esperimenti analogici . L'estate scorsa, Jeff Steinhauer del Technion di Haifa, in Israele, ha riferito l'ultimo ritrovamento : la rilevazione dell'analogico sonoro di radiazione di Hawking, un ipotetico fenomeno buco nero previsto da Stephen Hawking nel 1974.
Che consiste nel fenomeno della perdita di informazioni.
Ultimamente la fisica è costretta a rivedere alcuni concetti.
“Nella teoria quantistica, energia e informazione posso scappare da un black hole”. Una retromarcia che cambia tutto.
La scienza degli ultimi decenni va rivista, almeno in parte. In uno studio di Stephen Hawking, inviato a Nature, arriva una retromarcia da parte dello scienziato britannico: ci siamo sbagliati. I buchi neri, che già sapevamo non essere buchi, non sono neanche neri. Il fatto è che il ripensamento arriva da parte di Hawking che è considerato uno dei padri della moderna teoria dei buchi neri.
Ma cos’è un black hole? Fino ad oggi avremmo detto che è un ‘oggetto’ con una massa tale che la sua gravità è talmente forte da non permettere nemmeno alla luce di uscire. Da cui il nome ‘nero’. L’idea di buco è per il fatto che qualsiasi onda o particella verrebbe attirata dal campo gravitazionale, ‘cadendo’ al suo interno. Ora Hawking stravolge la teoria, e anche se da un punto di vista pratico non sembrano esserci molte differenze, da un punto di vista scientifico cambia molto, se non tutto: “Nella teoria classica – scrive lo scienziato – non c’è fuga da un buco nero, ma la teoria quantistica permette a energia e informazione di uscirne”. Va così in pensione – spiega Nature – il concetto di “orizzonte degli eventi”, un confine invisibile che non può essere superato.
Hawking ha inviato il suo studio, dal titolo ‘Conservazione dell’informazione e previsioni meteo nei buchi neri’ il 22 gennaio e non ha ancora passato un vaglio della comunità scientifica. Ma l’autore è tale che subito è stato ripreso dalla rivista. 

Nella sua nuova teoria, Hawking parla di un “più benevolo orizzonte apparente”, che imprigiona solo momentaneamente materia ed energia prima di rilasciarla “anche se in una forma più ingarbugliata”. Non pensate però che adesso sia possibile per l’uomo entrare e uscire da un buco nero : si parla sempre di particelle ed energia, qualunque oggetto si avvicinasse – per quanto possibile – a un buco nero sarebbe attirato e completamente disintegrato. 


Ma, Hawking stesso ammette, la teoria non è sufficiente.

“PER UNA SPIEGAZIONE COMPLETA DEL PROCESSO SERVIREBBE UNA TEORIA CHE UNIFICASSE LA GRAVITÀ CON LE ALTRE FORZE FONDAMENTALI DELLA NATURA”. 


La storia sta nel fatto che si considerano i comportamenti dell'universo non unificati, oggi sappiamo che l'elettromagnetismo, la fisica quantistica, il suono, funzionano in modo simile grazie alla vibrazione, la vibrazione è l'elemento fondamentale, per mettere insieme le cose ci basta quindi osservare il funzionamento di un superfluido come il campo unificato per riuscire a capire i fenomeni che hanno in comune. Questo super fluido quando è in grado di trovare la perfetta comprimibilità verso il suo massimo addensamento trova anche la giusta distanza tra le onde che iniziano ad essere risucchiate verso il centro senza attrito, questo orizzonte corrisponde alla modifica della topologia geometrica che impegnava prima, così che la struttura informativa viene ricompressa perfettamente. Ma il buco nero è anche la fonte della creazione perché essendo il punto più denso è la massima distribuzione in tutto il campo unificato,  è la fonte fluida di tutte le altre densità. Così il fenomeno rimette in moto ancora una volta il nastro all'infinito. Oggi i buchi neri forse rendono come termine ma non come fenomeno nel senso che il termine più appropriato è singolarità.....  

sabato 26 novembre 2016

L'informazione dello spazio-tempo


L'informazione è il costrutto dinamico fondamentale per qualsiasi sistema, l'informazione è ciò che suggerisce alla biologia, al DNA, alla natura come comportarsi.  Un operatore informativo che funziona per feedback è il frattale, che consente alla informazione di dettagliarsi e di trovare un auto-organizzazione sintropica.  Ma come si articolano le informazioni nell'universo. La vibrazione viene enunciata come uno dei fenomeni base dell'universo, ma su cosa si basa questa vibrazione e come fa ad essere informazione?
La struttura dello spazio-tempo va rivisitata in termini di geometria e densità, in questo senso la geometria dello spazio-tempo rappresenta la codifica informativa dell'universo. La struttura dello spazio-tempo diviene quindi la principale fonte d'informazione per la struttura della materia e delle forze dell'universo.
La codifica di questa geometria permette di determinare il variare delle forze e del comportamento dei sistemi apparenti.
Nel punto zero abbiamo che un punto generico di spazio è riempito nella maniera più estesa possibile, quindi densa, questa struttura deve per forza essere la base dalla quale le altre strutture meno dense dipendono.  La biologia come tutte le altre cose è fatta dello stesso spazio in una densità ancora non colma, questo processo di cercare l'addensamento quindi il massimo informativo porta inevitabilmente all'evoluzione di qualsiasi sistema, anche per semplice differenza di pressione.
Ora se ogni singolo punto di spaziosi addensa in informazioni c'è bisogno di un collegamento spaziale per la distribuzione e la condivisione delle informazioni. Qui entra in gioco il tunnel , l'entanglement e tutto la struttura a rete che assume l'universo. Infatti se ogni porzione di spazio ha delle strutture articolate in geometrie, è proprio tramite i tunnel o wormhole che avvengono i trasferimenti informativi in tutta la rete di spazio tempo, a velocità supeluminali.

In pratica lo spazio-tempo si comporta come una grande rete di elaborazione informativa. In questo senso ogni settore di spazio sta contribuendo in qualche misura al processo informativo dell'intera rete. Questo ci fa capire che la biologia che oggi vediamo, la biosfera e la Terra in sè non può assolutamente essere frutto di un caso, o di combinazioni chimiche casuali. ma frutto di un'interazione precisa e super informata di una rete ad alto contenuto informativo.   

 Tempo da entanglement quantisticohttp://arxiv.org/pdf/1310.4691v1.pdf 
Il Planck-Kleinert mondo di cristallo http://users.physik.fu-berlin.de/~kleinert/papers/planckklcZN.pdf 
Costruire lo spazio-tempo con entanglement quantistico - http://arxiv.org/pdf/1005.3035v1.pdf 
Poynting campo vortexhttp://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/21672857.2012.11519696

venerdì 25 novembre 2016

Aggiornamento solare

Tempesta geomagnetica, ricordate che da ricerche il cambiamento di valore del kp corrisponde ad una variazione delle onde mentali...
Informazione biologica ed altro...

Articolo



(25 novembre 1122UTC) Terra è in condizioni di tempesta geomagnetica con l'insorgenza di vento più veloce solare. Il flusso ha causato una interruzione di picco di livello 2 (finora) e saremo il monitoraggio e l'indice KP oggi.

giovedì 24 novembre 2016

Il campo magnetico terrestre e l'importanza della coerenza nel campo del cuore.

Abbiamo ampiamente approfondito l'effetto di un campo coerente e le sue implicazioni biologiche. Oltre alle scienze di frontiera ormai sta diventando abbastanza noto un pò ovunque il funzionamento dei campi nei sistemi biologici. Vediamo dei pezzi di alcuni articoli....
Le informazioni emotiva che è modulata e codificata in questi campi cambia la loro natura, e questi campi può avere un impatto coloro che ci circondano. Come Rollin McCraty , Ph.D, e direttore di ricerca presso l'Istituto HeartMath ci dicono, "stiamo fondamentalmente e profondamente collegati tra loro e il pianeta stesso."

I risultati della ricerca hanno dimostrato che, come si pratica la coerenza del cuore e irradiare amore e compassione, il nostro cuore genera un'onda elettromagnetica coerente nell'ambiente campo locale che facilita la coesione sociale, sia in casa, sul posto di lavoro, in classe o seduti attorno a un tavolo. Mentre sempre più persone si irradiano coerenza cuore, costruisce un campo energetico che rende più facile per gli altri di connettersi con il loro cuore. Quindi, in teoria è possibile che sufficiente di persone costruzione coerenza individuale e sociale potrebbe effettivamente contribuire a una coerenza globale dispiegarsi.

La  Dr. Deborah Rozman, presidente di Quantum Intech, asserisce in riferimento alla coerenza:


 Ebbene, essa implica ordine, la struttura, "un allineamento all'interno e tra sistemi - sia quantistico di particelle, organismi, esseri umani, gruppi sociali, pianeti o galassie. Questo ordine armonioso significa un sistema coerente il cui funzionamento ottimale è direttamente correlato alla facilità e il flusso nei suoi processi. "In pratica, sentimenti di amore, la gratitudine, l'apprezzamento e altre emozioni" positive "non solo hanno un effetto sul nostro sistema nervoso, ma avere un effetto su coloro che ci circondano, ben oltre ciò che avremmo potuto pensare in precedenza. 
Le ipotesi dei ricercatori e scienziati dietro questo processo sono i seguenti:

·                     I campi magnetici della Terra sono un vettore di informazioni biologicamente rilevanti che collega tutti i sistemi viventi
·                     Ogni persona colpisce questo campo dell'informazione globale. Un gran numero di persone che creano stati di cuore coerente di amore, apprezzamento, la cura, la compassione e in grado di generare un ambiente di campo più coerente che avvantaggia gli altri e aiuta off-set della discordia planetaria corrente e l'incoerenza
·                     C'è un ciclo di feedback tra gli esseri umani e sistemi energetici / magnetiche della Terra
·                     Terra ha diverse fonti di campi magnetici che riguardano tutti noi. Due di loro sono il campo magnetico terrestre che emana dal nucleo della Terra, ei campi che esistono tra la Terra e la ionosfera. Questi campi circondano l'intero pianeta e agire come scudi protettivi che bloccano gli effetti nocivi delle radiazioni solari, raggi cosmici, la sabbia, e altre forme di meteorologia spaziale. Senza questi campi, il ghiaccio come lo conosciamo non potrebbe esistere sulla Terra. Fanno parte dell'ecosistema dinamica del nostro pianeta

Fonte   Fonte  Fonte

Oltre a questo le ricerche hanno ampiamente documentato che la variazione dell'indice Kp a causa dello stato geomagnetico del campo è in stretta correlazione con i parametri mentali delle onde alfa delle persone sul pianeta.

 "La ricerca indica che le emozioni umane e informazioni coscienza codificare nel campo magnetico terrestre e l'informazione codificata è distribuito a livello globale. I campi magnetici della Terra si comportano come onde portanti per queste informazioni che influenza tutti i sistemi viventi e la coscienza collettiva".

L'andamento dello spettro degli stati mentali ed emotivi quindi sono coo-dipendenti da diversi fattori, ora sarà importante quindi valutare la salute dell'individuo, in base al suo stato di coerenza e all'effetto che le tempeste geomagnetiche e l'attività solare comportano sullo stato mentale in genere.

Quindi è di fondamentale importante investire sulla comprensione di queste leggi fondamentali, la salute dei bambini non può essere trattata con semplicità e secondo un solo processo chimico, senza tenere presente queste evidenze. Ad oggi esiste l'urgenza di insegnare la coerenza di campo ai bambini...... 

lunedì 21 novembre 2016

All'origine dello spin

Eli Cartan fu il primo a dimostrare che la fabbrica dello spazio/tempo della relatività generale non solo curvava ma possedeva in sé stessa anche un movimento di rotazione o spiraliforme conosciuto come “torsione”.
Lo spin è alla base di tutta la creazione, sappiamo che qualunque cosa gira. La cosa che non si sa è da dove arriva questa torsione. Nelle descrizioni della teoria quantistica e la relatività questo nodo non è stato ancora sciolto. Tuttavia sarebbe di fondamentale importanza capire il fenomeno che genera la torsione e quindi poi la rotazione del campo.  La curvatura dello spazio/tempo genera la gravità come un aumento di densità dello spazio/tempo stesso in presenza di oggetti che hanno più energia, questo ci fa capire che la differenza di densità è un fattore fondamentale per far sì che il campo fluisca. Quindi possiamo pensare all'aumento o alla variazione della densità come quel fenomeno che aumenta la torsione dello spazio/tempo all'aumentare della densità. La differenza di densità ad esempio nelle correnti d'aria crea il fenomeno degli uragani. Ora dobbiamo capire come la densità generi lo spin. Avendo una densità massima nel dominio del vuoto allora abbiamo che qualsiasi densità inferiore scorre verso il dominio del vuoto, o galleggia sopra.... Fluttuare forse è il temine migliore che attualmente possiamo usare. Quindi vediamo che la differenza di densità in un punto qualsiasi di spazio che noi chiamiamo oggetto non solo detta la curvatura attrattiva del campo ma ne determina anche la topologia adiacente. In parole povere più il campo si addensa in un punto più diventa un attrattore di carica e quindi un generatore di torsione. Quindi è la pressione di addensamento che genera il movimento d'onda del campo unificato. In questo senso le cariche positive e negative sono dovute a differenti livelli di pressione nell'etere. Quindi qualsiasi oggetto ha bisogno di alimentare costantemente la sua presenza o forma con un flusso di campo che consiste nell'attingere energia dal dominio del vuoto o punto zero.
In questo senso dunque la densità informativa dipende dall'addensamento puntiforme di un qualsiasi oggetto, o costrutto di campo. Possiamo vedere questa partecipazione gravitativa come la componente di alimentazione del vuoto da parte di ogni costrutto che processa informazioni. In fatti se ogni ripiegamento di campo genera informazione ogni parte, dell'universo contribuisce ad informare il vuoto a seconda di quanto è aperto all'informazione.
   Ogni sistema sta processando informazioni a seconda della portata che riesce ad inserire. Così tutti i sistemi rappresentano la principale forma di auto-integrazione vitale del vuoto. Ognuno sta contribuendo a fornire vitalità al sistema integrante del vuoto che restituisce la forza vitale. Il contributo dipende dalla capacità di aprire il sistema, ripiegarlo correttamente e distribuirlo.
Da questa analogia possiamo vedere come alcuni semplice eventi empirici e non producano uno spostamento del campo dall'aggregazione di un oggetto:
la deformazione di un oggetto fisico;
l’incontro di un ostacolo da parte di un getto d’aria;
il riempimento con sabbia di una clessidra;
l’assorbimento di luce;
la frizione;
il bruciamento;
l’azione di un osservatore, come il movimento della testa;
il riscaldamento o raffreddamento di un oggetto;
transizioni di fase nelle sostanze (da ghiacciato a liquido, da liquido a vapore ecc.);
scioglimento e mescolamento di sostanze;
la morte delle piante per appassimento;
radiazioni non-luminose da oggetti astronomici;
improvvisi cambiamenti di coscienza nell'individuo.
Questo ci fa capire non solo che la densità di carica è il principale metodo di evoluzione universale, ma anche che lo spin è la componente torsionale creata dalla differenza di densità di campo.

In questo senso quello che viene chiamato normalmente buco nero, assume un'importanza superiore a quello che si possa credere, ma ha sicuramente una componente di emissione e bilanciamento. 

domenica 20 novembre 2016

La guarigione è il ripristino della coerenza negli effetti di campo distribuiti sul corpo

Una delle frasi più celebri del Prof. Fritz-Albert Popp è:
"Oggi sappiamo che l'uomo, in sostanza, è un essere di luce."
La fotobiologia dopo alcune ricerche sta dimostrando questo in vari esperimenti e risultati. In queste ricerche è stato visto che il DNA può essere potenzialmente riparato in poco tempo con fasci di luce debole.
Fritz-Albert Popp è l'inventore della teoria biofotoni, e ha coniato il termine biofotoni che si riferisce ai fotoni coerenti emessi dagli organismi biologici. La teoria dei biofotoni descrive il DNA come la più probabile fonte di emissione di biofotoni.
Negli esperimenti viene chiaramente distino la funzione biologica da quella non biologica attraverso la risultante di coerenza che deriva dalla luce.
Studiando l’effetto delle radiazioni sui sistemi viventi, il professor Popp si è imbattuto in alcune proprietà molto interessanti dei composti chimici cancerogeni: tali composti infatti agiscono da “rimescolatori di frequenze” in un range molto preciso, quello dei 380 nanometri.
Fece il test su 37 sostanze chimiche diverse, alcune causanti cancro, altre no. Il risultato è stato sempre lo stesso: i composti che erano cancerogeni prendevano la luce UV, la assorbivano e cambiavano la frequenza.
Ora, che tipo di luce è presente in chi è malato? Popp fece delle prove su una serie di pazienti malati di cancro. In ognuno dei casi, questi pazienti avevano perso i loro ritmi periodici naturali e la loro coerenza. Aveva perso il loro collegamento con il mondo: in effetti la loro luce stava svanendo. Gli organismi in buona salute emettono bio-fotoni molto coerenti e gli organismi in cattiva salute emettono fotoni meno coerenti.
Uno scienziato russo Pjotr Garjajev, è riuscito a intercettare le comunicazioni di una molecola di DNA in forma di fotoni ultravioletti - in altre parole, la luce. Questo non è una sorpresa per chiunque abbia familiarità con il lavoro biophoton di Fritz-Albert Popp.
Dalle ricerche risulta quindi che il corpo emette luce su base giornaliera, e che questa varia a seconda del ciclo interno e i ritmi metabolici.
Dr. Fritz-Albert Popp è stato il primo a suggerire che questa luce deve venire, almeno in parte, dai cibi che mangiamo. Quando mangiamo cibi vegetali, le onde di luce, o fotoni, memorizzano informazioni  nel nostro corpo.
I Biofotoni sono le più piccole unità fisiche della luce,  utilizzati da tutti gli organismi biologici - tra cui il corpo. Lo scopo di questi biofotoni è molto più importante di quanto molti hanno capito. Si scopre che possono benissimo essere in controllo di praticamente ogni reazione biochimica che si verifica nel corpo - tra cui supporto la capacità del corpo di guarire.
Dr. Popp ha dimostrato che la luce nel corpo è immagazzinato ed emessa dal DNA. Il DNA all'interno di ogni cellula vibra ad una frequenza di diversi miliardi hertz.
Ora cerchiamo di capirci qualcosa più profondamente.
L'effetto di campo chiamato luce ultravioletta e simile a quello che noi chiamiamo indaco, questa luce ha una coerenza tale in grado di racchiudere un grande coefficiente informativo tra cui la memoria biologica.
La luce indaco è al capacità di radianza del DNA di essere indipendente dall'esterno, ma vediamo perché il blu.
Il blu ha una lunghezza d'onda più corta e riesce a ripiegarsi quindi in meno spazio, quindi è in grado di contenere più informazioni.
Così l'ultravioletto viene visto come la guida principale di ogni cellula. Infatti quando questa luce non viene resa condivisibile per tutte le cellule vengono rivelati casi di cancro.
Ma come fare per rendere sempre condivisibili le informazioni?

In  pratica stiamo parlando di luce, quindi bisogna che essa diventi condivisibile tramite la coerenza, infatti in una persona che prova beatitudine e gioia osserviamo l'EEG e l'ECG in estrema coerenza. Questa coerenza in realtà è ciò che consente alle onde vibratorie di accelerare e andare in fase raggiungere l'ultravioletto. Ecco perché chi è nell'amore è in salute, chi medita e respira correttamente è in fase. Questo dovrebbe essere noto come base di ogni cura.




Un soluzione semplice a i tanti tentativi.

La compressione informativa derivante dalla differenza di densità eterica è il principio di riunificazione che crea la capacità del campo unificato a muoversi come un simil-fluido. 
I fisici Rodolfo Gambini e Jorge Pullin, rispettivamente dell’Università di Montevideo e dell’Università Statale della Louisiana, hanno applicato la Loop Quantum Gravity (LQG) ad un Buco Nero.  Lo studio ha dimostrato che, se qualcosa cade in un buco nero, non viene spaghettificato bensì compresso fino ad una dimensione piccolissima per poi essere letteralmente sputato fuori dal centro del buco nero in un altro Universo. Se questa nuova teoria risultasse corretta, non solo sarebbe risolto il paradosso della perdita delle informazioni – che ha visto opporsi due giganti come Stephen Hawking e Leonard Susskind – non sarebbe più tale, ma sarebbe confermato che i buchi neri sono delle vere e proprie macchine del tempo naturali – funzionerebbero, infatti, come wormholes.
La geometria sottesa al potenziale quantico è stata esplorata da diversi autori (vedi per esempio, Carroll, 2006). Un risultato recente molto interessante è quello dei fisici iraniani F. Shojai e A. Shojai (2004), che hanno studiato il comportamento di particelle a spin 0 in uno spazio-tempo curvo, mostrando che il potenziale quantico dà un contributo alla curvatura che si aggiunge a quello classico e che rivela profonde e inaspettate connessioni tra la gravità e i fenomeni quantistici. Nel modello di F. Shojai e A. Shojai, gli effetti della gravità sulla geometria e gli effetti quantistici sulla geometria dello spazio-tempo sono fortemente accoppiati: le particelle quantistiche determinano la curvatura dello spazio-tempo e allo stesso tempo la geometria dello spazio-tempo è legata al potenziale quantico che influenza il comportamento dello particelle. Tutto questo è espresso da una metrica conforme, la quale comporta una compiuta immagine della geometrodinamica quantistica che fonde gli aspetti gravitazionali e quantistici della materia, almeno per quello che riguarda il livello di descrizione macroscopica dei processi fisici.
La soluzione elegante è che il campo unificato assume diverse geometrie stazionarie nel suo scorrere verso la compressione informativa nella singolarità.

L'universo esiste per sempre


L'universo può essere stata presente per sempre, secondo un nuovo modello che si applica termini di correzione quantistica per completare la teoria della relatività generale di Einstein. Il modello può anche spiegare la materia oscura e l'energia oscura, risoluzione dei molteplici problemi in una volta.

L'età ampiamente accettata dell'universo, come stimato dalla relatività generale, è di 13,8 miliardi di anni. In principio, tutto ciò che esiste è pensato per aver occupato un singolo punto infinitamente denso, o singolarità. Solo dopo questo punto ha cominciato ad espandersi in un "Big Bang" ha fatto l'universo ufficialmente iniziare.


 Anche se la singolarità del Big Bang deriva direttamente e inevitabilmente dalla matematica della relatività generale, alcuni scienziati vedono come problematico perché la matematica può solo spiegare quello che è successo subito dopo, non prima o-la singolarità.

"La singolarità del Big Bang è il problema più grave della relatività generale, perché le leggi della fisica sembrano abbattere lì", Ahmed Farag Ali al Benha l'Università e la Città Zewail della Scienza e della Tecnologia, sia in Egitto ha detto.

Ali e coautore Saurya Das presso l'Università di Lethbridge in Alberta, Canada, hanno dimostrato in un articolo pubblicato su Physics Letters B che la singolarità del Big Bang può essere risolto con il loro nuovo modello in cui l'universo non ha inizio né fine.

I fisici sottolineano che i loro termini di correzione quantistica non sono applicati ad hoc, nel tentativo di eliminare specificamente singolarità Big Bang. Il loro lavoro si basa su idee da parte del fisico teorico David Bohm, che è anche noto per i suoi contributi alla filosofia della fisica. A partire dagli anni 1950, Bohm ha esplorato sostituzione geodetiche classiche (il percorso più breve tra due punti su una superficie curva) con traiettorie quantistiche.

Nel loro documento, Ali e Das applicate queste traiettorie Bohmiana a un'equazione sviluppata nel 1950 dal fisico Amal Kumar Raychaudhuri presso l'Università della Presidenza a Kolkata, in India. Raychaudhuri era anche insegnante di Das, quando era uno studente universitario di tale istituzione negli anni '90.

Utilizzando l'equazione quantistica corretta Raychaudhuri, Ali e Das derivati ​​Equazioni di Friedmann quantistica corretta, che descrivono l'espansione e l'evoluzione dell'universo (tra cui il Big Bang) nel contesto della relatività generale. Anche se non è una vera e propria teoria della gravità quantistica, il modello contiene elementi sia teoria quantistica e la relatività generale. Ali e Das anche aspettano che i loro risultati a tenere, anche se e quando una teoria completa della gravità quantistica è formulata.


Oltre a non prevedere una singolarità del Big Bang, il nuovo modello non predice una singolarità "Big Crunch", sia. In relatività generale, un possibile destino dell'universo è che inizia a ridursi fino a quando non collassa su se stessa in un Big Crunch e diventa un punto infinitamente denso, ancora una volta.

Ali e Das spiegano nel loro articolo che il loro modello evita singolarità a causa di una differenza fondamentale tra geodetiche classiche e traiettorie Bohmiana. geodetiche classiche casualmente incrociano, ei punti in cui convergono sono singolarità. Al contrario, le traiettorie Bohmiana non si incrociano, in modo da singolarità non compaiono nelle equazioni.

In termini cosmologici, gli scienziati spiegano che le correzioni quantistiche possono essere pensati come un termine costante cosmologica (senza la necessità di energia oscura) e un termine di radiazioni. Questi termini mantenere l'universo in una dimensione finita, e quindi dargli un'età infinita. I termini anche fare previsioni che sono d'accordo a stretto contatto con le osservazioni attuali della costante cosmologica e densità dell'universo.


In termini fisici, il modello descrive l'universo come essere riempito con un fluido quantistico. Gli scienziati propongono che questo fluido potrebbe essere composto di particelle senza massa gravitoni-ipotetici che mediano la forza di gravità. Se esistono, gravitoni si pensa di svolgere un ruolo chiave in una teoria della gravità quantistica.



In un articolo correlato, Das e un altro collaboratore, Rajat Bhaduri della McMaster University, in Canada, hanno prestato ulteriore credito a questo modello. Essi mostrano che gravitoni possono formare un condensato di Bose-Einstein (dal nome di Einstein e un altro fisico indiano, Satyendranath Bose) a temperature che erano presenti nell'universo in tutte le epoche.

Motivati ​​dal potenziale del modello per risolvere la singolarità del Big Bang e rappresentano la materia oscura e l'energia oscura, i fisici hanno intenzione di analizzare il loro modello più rigoroso in futuro. Il loro lavoro futuro include rifare il loro studio, tenendo conto delle piccole perturbazioni non omogenei e anisotropi, ma non si aspettano piccole perturbazioni di influenzare in modo significativo i risultati.


"E 'gratificante notare che tali correzioni semplici possono potenzialmente risolvere i tanti problemi in una volta", ha detto Das.

sabato 19 novembre 2016

Nuovo libro

Ciao ragazzi dopo il grande interesse che ha avuto il lavoro con Carlotta Brucco qui sul sito, si è deciso di fare un libro. La scienza incontra i sistemi filosofici, in un libro scorrevole fatto sotto forma di dialogo.

E' già in prevendita.


Buona lettura.


mercoledì 16 novembre 2016

La proiezione del fotone

Dalla proiezione di un punto nello spazio usando le coordinate sferiche si è elaborato una sequenza 3d del frattale di mandelbrot.
in generale: x=Rqsin(qp)cos(qt),  y=Rqsin(qp)sin(qt),  z=Rqcos(qp). Per cui possiamo definire un'iterazione  wwq+c.
Ad ogni valore di q otteniamo una soluzione:

Per q=3 otteniamo

                                         
                                         Mandelbulb per q=3

Già questa figura ci ricorda quella del fotone, ma vediamo andando avanti che succede.

Per q=16


Molto simile al fiore della vita e alla struttura del vuoto:


In pratica stiamo simulando la proiezione olografica del mattone della realtà il fotone....
Una scoperta monumentale in fisica quantistica fu chiamata amplituhedron, ne parlo ampiamente nel libro scienze eteriche.
Questa forma  è risultata essere la soluzioni centrale ai diagrammi di Feynman. Questi sono alcuni delle più complesse equazioni scientifiche nel mondo della fisica, e può comunemente richiedere fino a 100 pagine per risolverne uno solo. L'amplituhedron  ha semplificato questo processo e ci ha donato al possibilità di ottenere una facile soluzione alle equaizoni di Feynman.


                                                                    amplituhedron 

Esso risulta essere 1/4 della struttura del fotone:


Ora se vediamo la predizione fatta da un team di scienziati della forma del fotone in questo studio 
otteniamo questo:


Possiamo dunque vedere come tutto torna alla base del fatto che il mattone fondamentale dell'universo è il fotone e che la sua proiezione olografica tramite la sua rotazione ci da tutte le sequenze armoniche nell'aggregazione dei solidi platonici necessaria a costruire l'universo.
Da qui l'interconnessione frattale tra l'onda lunga e l'onda corta e tra tutte le forme dell'universo......



martedì 15 novembre 2016

Dimostrato funzionante il motore EMdrive.

Un motore che sfrutta la fisica spiegata in questo sito si è dimostrato funzionare......



Secondo i documenti della NASA trapelato, il motore senza carburante 'impossibile' che potrebbe richiedere l'umanità a Marte in appena 10 settimane funziona. Secondo i ricercatori, il rivoluzionario motore crea spinta da 'rimbalzano' forni a microonde in una camera chiusa ed è alimentato da energia solare. 

La possibilità di un motore spazio che non richiede combustibile -è effettivamente trasforma energia elettrica in impulso dalle microonde all'interno di una camera chiusa in movimento - sembra essere più vicino che mai grazie ai documenti NASA fuoriuscite. 





Non molto tempo fa, diversi laboratori indipendenti hanno concluso che in qualche modo, il motore senza carburante 'impossibile' chiamato Emdrive che potrebbe trasportare gli astronauti su Marte in sole 10 settimane funziona, anche se nessuno sa come e perché funziona. 

Il rivoluzionario motore crea spinta dalle microonde rimbalzare in una camera chiusa ed è alimentato da energia solare. 

Il motore che è stato definito come impossibile dal momento che sfida tutto quello che pensavamo di sapere di fisica ha creato un bel ronzio negli ultimi due mesi. Ora, carte trapelate affermano il motore innovativo che potrebbe prendere il genere umano su Marte funziona realmente. 

Una fonte vicina alla Eagleworks Laboratories -a gruppo di sviluppo di propulsione che funziona con lo spazio ente per Stati Uniti hanno apparentemente rivelato un progetto preliminare dello studio peer-reviewed atteso che mostra che i ricercatori hanno ottenuto una forza di 1, 2 millinewton per kilowatt nel vuoto dopo scartando eventuali errori di misura. 



Questo motore potrebbe prendere il genere umano su Marte in soli dieci giorni. 



Il documento è trapelata in un forum appassionati di tecnologia della NASA Spaceflight il 5 novembre da un fan del Emdrive di nome Phil Wilson Australian, soprannominato "il viaggiatore." 



I moderatori del forum hanno deciso di cancellare il post dal momento che l'articolo non è ancora stato pubblicato. E 'programmato per essere pubblicato dalla American Institute of Aeronautics and Astronautics (AIAA) nel mese di dicembre. 

Tuttavia, questo non ha impedito la tecnologia sito di notizie Next Big Future di pubblicare il documento e caricare schemi di esso, assicurando in tal modo che il contenuto è ora, irrevocabilmente, di pubblico dominio, riporta IBTimes Regno Unito . 

I documenti trapelati indicano che la NASA è riuscita a replicare il lavoro di ingegnere britannico e scienziato Roger Shawyer nel 2006 che è riuscito a produrre eliche rotanti che dimostrino che il dispositivo controverso obbedisce infatti leggi del moto di Newton. 

dettaglio NASAs Eagleworks ricercatori nel documento come sono stati in grado di produrre 3.33-6.67 micro newton per kilowatt di spinta, che è di due ordini di grandezza inferiori ai controversi risultati 2006 ottenuti da Shawyer. 

Il documento indica che l'elica della NASA ha raggiunto 270 gradi di rotazione sotto il potere, oltre 32 minuti, prima che la batteria ha esaurito e quindi ha permesso il giradischi di ruotare di 12 giri nel corso di ulteriori 89 minuti. 

Emdrive (anche RF risonanza cavità thruster) utilizza un magnetron per produrre microonde che sono diretti a una conica, completamente chiuso, un serbatoio metallico in grado di isolare la radiazione operando come una cavità risonante. Questo contenitore dovrebbe avere una forma troncoconica su due lati, una faccia maggiore dove la spinta verrebbe prodotta e una faccia minore dove sarebbe stato trovato un risonatore dielettrico. 

Tuttavia, un tale propulsore sarebbe un tipo di unità reazione nulla, fornendo spinta da energia elettrica senza consumare un propellente. Ciò a quanto pare violare terza legge di Newton e la conservazione del momento , che porta la maggior parte dei fisici ed esperti di propulsione che guardano a tali dispositivi per chiudere loro come impossibile. 

Nel luglio 2014, è stato annunciato un diverso metodo dai ricercatori dell’Advanced Propulsion Physics Laboratory della NASA. Guidati da Harold “Sonny” White, ingegnere e direttore di Eagleworks al Johnson Space Center, il team ha riportato misurazioni di spinta non-convenzionale prodotta da un dispositivo che usa gli effetti delle microonde che passano attraverso una speciale guida.
Il gruppo di ricerca ha impressionato la comunità scientifica, riportando una inspiegabile produzione di spinta da un motore senza propellente, cosiddetto impossible space drive. L’inventore e fondatore della Satellite Propulsion Research LTD (SPR), l’ingegnere inglese Roger Shawyer, descrive gli effetti come prodotti dalla netta differenza nel trasferimento di momento dalle microonde alle pareti di una cavità di risonanza, nel rimbalzare all’interno della guida conica. Shawyer lo chiama EmDrive (sistema di propulsione a microonde, guidato elettromagneticamente). Tuttavia, il dispositivo è stato subito definito “impossibile”, perchè si pensa vìolare le leggi del moto, dato che non viene espulso propellente per ottenere la spinta e questo ha causato la difficoltà nell’accesso, per 10 anni, a seri test di laboratorio che validassero i risultati in modo indipendenti. Questo finchè i laboratori in Cina, 3 anni fa e ora infine la NASA, non si sono resi disponibili. Nei primi rapporti dal laboratorio della NASA troviamo:
“Questo documento descrive la serie di test per indagare e dimostrare l’efficacia nell’uso della magnetoplasmadinamica classica per ottenere un trasferimento di momento propulsivo tramite il plasma virtuale del vuoto quantistico. Questo documento non tratterà la fisica del propulsore QVPT…”  libertariannews.org