La capacità di sviluppare l'innestamento equivale ad imparare la sincronicità...

Il cuore produce una determinata musica quando prova amore e compassione, e questa ricetta, o collezione di tutti i diversi suoni prodotti da queste armoniche del cuore, dimostra come le onde possano collassare perfettamente una nell'altra. Quando le onde del cuore si comprimono e collassano senza interferenze implodono e vengono risucchiate al centro, esattamente come per il processo spiegato in precedenza per la gravità. Questo vuol dire che l'accelerazione eterica che crea la gravità è parte integrante di un processo comune a tutte le persone che contribuiscono a radicare le onde eteriche in maniera coerente. Il cuore quindi, come ogni attrattore centrale, è in grado di attrarre carica che quando viene accelerata viene chiamata gravità. La carica in accelerazione rende distribuibile, condivisibile e quindi sostenibile la memoria della forma di simmetria chiamata vita. Lo spin quindi sembra diventare il principale fenomeno da studiare per capire come funzionino la vita e la Terra. Le biocellule usano il battito cardiaco delle ELF (Frequenze molto basse) della griglia mostrata nei capitoli precedenti per trasmettere informazioni, e tutte le componenti del complesso Terra usano l'iniziale direzione di spin. Ecco perché le passeggiate all'aria aperta portano grande sollievo al corpo. Infatti qualsiasi cosa ripristini le geometrie di flusso del magnetismo di una persona rende la biologia via via sempre più sana e auto-centrata. I campi magnetici tuttavia si innestano nel loro ambiente in maniera consapevole (immagazzinano informazioni). Il segreto dell'innestamento è quando un sistema d'onde riesce ad annidarsi non distruttivamente una nell'altra. In pratica è la proporzione dell'intreccio di un’onda corta in una lunga con algoritmo fillotassico (base Phi) ramificato. In pratica è quel processo di adattamento al cambiamento descritto da qualsiasi evoluzione e avanzamento. In questo senso imparare a sintonizzare il proprio arco di campo con quello naturale della griglia è un modo per innestarsi in maniera concreta in un’onda portante che in questo cambio di campo magnetico terrestre sta creando alcune problematiche. Infatti dalla fisica viene dimostrata una interdipendenza dell'uomo nei processi naturali; visto che l'unica misurazione possibile è l'inerzia, allora ogni onda contribuisce al disegno di innestamento frattale a tutti i livelli. Ogni modifica porta alla modifica collettiva. Gli esperimenti, insomma, stanno confermando sempre più una visione d'insieme del cosmo, dove l'uomo non è un punto inerte ma parte integrante del funzionamento del motore che tutto muove e articola. In questo senso ogni toroide convoglierebbe l'energia eterica nel nucleo distribuendola in forme di realtà dinamica dipendenti dal punto di vista. Lo schema dei frattali evidenzierebbe proprio questo meccanismo dinamico, dove il flusso d'etere si organizza in vortici costruiti nel suo movimento diventando precisamente una versione in piccola scala di quello più grande. Tale interconnessione potrebbe sembrare diversa se osservata dall'interno di un vortice ma sarebbe un’unità di flusso continua e non separata. Imparare l'innestamento equivale ad usare la sincronicità.