domenica 20 agosto 2017

Eclissi domani, la bufala della non meditazione.

La geometria che le orbite dei pianeti formano non sono causali ma il frutto di un preciso disegno armonico e frattale di un'onda risonante. L'allineamento planetario porta come in uno scarico da lavandino il semplice fluire delle etere. Quando si verificano eventi celesti come eclissi ed allineamenti dunque la semplice verità è che c'è un aumento di etere liquido che scorre nel sistema come un pozzo ad incastri. Chi studia la cimatica può cogliere meglio il modo come funziona.
Dagli studi di fisica sappiamo che la mente non è locale ed è altamente influenzata dalla geometria eterica del campo sottostante, e che in questi casi vi è un semplice effetto amplificatore nella coscienza di massa. Quindi in periodi come questo è utile aumentare le proprie capacità di addensare l'informazione meditando. In questi giorni si è diffusa una paura ingiustificata per la meditazione durante l'eclissi. Vi spiego perché no c'è da averne. Come prima cosa se l'effetto fosse negativo bisognerebbe meditare perché l'effetto Maharishi ci insegna che se ci sono iniziative negative la meditazione aiuta a reprimerle.

L'effetto Maharishi” risulta uno degli effetti sociologici più confermati e verificati. Gli studi sono stati successivamente ripetuti sulla tecnica MT-Siddhi, la quale provoca gli stessi risultati con un numero inferiore di praticanti, pari alla radice quadrata della popolazione in esame.

All’inizio degli anni ottanta, gli studi sull’effetto Maharishi furono riprogettati su scala più ampia, coinvolgendo nell’esperimento ben 7000 praticanti della MT-Siddhi e pari alla radice quadrata dell’1% della popolazione mondiale.

L’esperimento generò gli stessi risultati (riduzione degli episodi violenti, attenuazione della conflittualità in zone di guerra, riduzione del numero di morti nei conflitti, rialzo simultaneo di mercati azionari) ma, questa volta, su scala mondiale.

Quindi meditare fa sempre bene, a prescindere dalla situazione.
Considerando poi l'entanglement che si verifica nel campo tramite la compressione delle informazioni allora è sempre bene aiutare la coerenza tramite una buona fluidità mentale. L'asse mentale è il dominio del vuoto, dove c'è silenzio, quindi a prescindere dall'intento basterà trovare il silenzio. Comunque gli eventi celesti non sono da temere dipende sempre da come li usiamo spero di aver chiarito brevemente i dubbi che affollano la questione della meditazione.
Meditate gente, meditate......

sabato 19 agosto 2017

La ricerca conferma che ereditiamo i tratti non genetici (paura, gioia) dai nostri antenati accumulati durante i loro periodi di vita


Una ricerca dell'Istituto Max Planck di Immunobiologia e Epigenetica ha confermato che ereditiamo molto più dei nostri geni dai genitori e dai nonni, ma anche un insieme di istruzioni di espressione genetica che causano una propensione verso il positivismo e la gioia, o la malattia e la depressione.
I ricercatori dell'Istituto Max Planck di Immunobiologia e Epigenetica hanno ora una risposta alla questione dei tratti genetici deterministici rispetto ai fattori ambientali. Hanno dimostrato che non è solo il DNA ereditato che regola l'espressione genica nella prole umana; Sono anche istruzioni epigenetiche ereditate.
Alcune delle più robuste ricerche condotte su questa teoria ora dimostrano che le modificazioni epigenetiche accumulate per tutta la vita possono attraversare il confine delle generazioni e essere ereditate a bambini o addirittura ai nipoti.
Ma se consideriamo il campo collettivo come un depositario di schemi genetici e comportamentali registrati in attesa di essere risolti, possiamo capire come il lavoro su se stessi è la principale via alla riscrittura di qualsiasi peso ambientale e non.
Man mano che riscopriamo queste risorse ci viene richiesto di imparare ad utilizzarle in maniera coerente e giusta.

Articolo

lunedì 14 agosto 2017

Relatività avanzata

Ecco un altro modello avanzato dalla relatività che combacia con moltissime conferme date dalle nostre ricerche.


L’evoluzione della vita ha la sua base di informazione negli spazi dimensionali di Hilbert che rappresentano anche l’origine della coscienza e della mente. L’idea della neurologia per cui la mente ha origine dall’attività neuronale del cervello, che è tridimensionale, qui viene ampliata da un modello in cui gli stati della mente si trovano negli spazi dimensionali superiori di Hilbert. La mente è multidimensionale e possiede l’abilità dei fenomeni PSI.
Introduzione
Tutti i pensieri, le teorie e la matematica che la mente umana può produrre, possono essere analizzati dall’osservatore, che nella Advanced Relativity (Relatività Avanzata), ha origine nello spazio n-dimensionale di Hilbert (Sorli et. al., 2016). Questo significa che l’osservatore possiede il livello di complessità più elevato, seguito poi dalla mente negli spazio inferiori di Hilbert. L’Advanced Relativity (AR) può essere considerata un miglioramento e completamento della Relatività di Einstein attraverso la teoria quantistica (in particolare tramite il concetto della creazione ed annichilazione dei quanti elementari) Nel quadro della AR, lo spazio quadridimensionale della relatività generale deriva da un più fondamentale vuoto quantistico tridimensionale, dove il tempo è solo un sistema di misura dell’ordine numerico dei cambiamenti materiali.
In modo più preciso, le quattro dimensioni dello spazio universale possono essere considerate effetto, ad un livello più superficiale ed esplicato, di un vuoto quantistico atemporale, tridimensionale e non-locale, definito dai processi di creazione e annichilazione di particelle e antiparticelle (con spin opposto), corrispondenti a fluttuazioni elementari dell’elevata densità di energia del vuoto quantistico. Nella Advanced Relativity (AR), i microtubuli cerebrali ottengono informazione tramite biofotoni dal vuoto quantistico 3D, idea supportata dalla ricerca recente, che suggerisce come i microtubuli trattengano informazione tramite un sistema binario (Craddock et. al. 2016). Ogni biofotone porta un bit di informazione che può essere 0 o 1 in base al proprio spin, l’idea che informazione e coscienza siano connesse tramite lo spin, non è nuova, un tale modello venne proposto dal biofisico Huping Hu col suo collaboratore Maoxin Wu (2002, 2004, 2008) e quindi rivisto da Sultan Tarlaci (2006).
Secondo questa teoria, la coscienza è connessa al processo di spin, che fornisce il collegamento tra mente e cervello. Il fondamento epistemologico di questa teoria si trova nel fatto che lo spin è un “qubit” per codificare l’informazione, mentre le membrane neurali e le proteine sono saturate da nuclei dotati di spin e formano la matrice delle attività elettriche cerebrali.
Il gruppo di Persinger ha misurato incrementi significativi nell’emissione di biofotoni dal lato destro rispetto al sinistro, quando dei soggetti in test hanno immaginato una luce bianca restando in un ambiente oscuro. Queste misurazioni e analisi quantitative, suggeriscono fortemente che le energie dello spin possono spiegare le interazioni tra protoni, elettroni e fotoni e i potenziali d’azione associati all’intenzione, la coscienza e l’entanglement (Persinger et al., 2013).
Secondo l’approccio della AR suggerito in questo documento, le polarizzazioni dei biofotoni sono gli elementi fondamentali all’origine della coscienza tramite il seguente meccanismo. Un fotone del vuoto quantistico 3D ha un corrispondente “fotone pilota” nello spazio 4D di Hilbert. Il fotone pilota 4D, vibrazione dello spazio di Hilbert 4D, possiede una maggior densità di informazione. Il fotone pilota 4d risulta contenere 4 combinazioni dei fotoni 3D e questo implica 4 bites di informazione. Quando il fotone 3D si muove attraverso il microtubulo cerebrale, può inviare 4 impulsi binari guidati dal fotone pilota 4D. Il fotone 3D è l’ultimo elemento nella “catena energetica” dei fotoni pilota negli spazi di Hilbert superiori. Le onde pilota iperdimensionali incrementano in densità di informazione secondo la seguente formula:
3D – 1 bite
4D – 4 bite
5D – 10 bite
6D – 20 bite
7D – 35 bite
8D – 56 bite
9D – 84 bite
Fatto interessante è che i numeri 1, 4, 10, 20, 35, 56, 84, sono i primi sette numeri tetraedrici. Questo significherebbe che l’incremento di densità di informazione negli spazi dimensionali superiori di Hilbert nel modello della Advanced Relativity, sta seguendo i numeri tetraedrici. La densità di informazione è correlata con l’intelligenza e significa che la coscienza ha intelligenza infinita. I sensi umani sono tridimensionali e possono percepire solo l’aspetto tridimensionale della energia-informazione, nella forma di spazio 3D, particelle 3D, corpi 3D. Il vuoto quantistico 3D è energia sintropica (Sorli et al, 2016). Il concetto di fenomeno sintropico si riferisce a quei processi responsabili dell’evoluzione della complessità biologica e venne introdotto da Fantappiè nel 1941 nella sua teoria unificata del mondo fisico e biologico, che poi è stata sviluppata ulteriormente dai suoi collaboratori, Giuseppe e Salvatore Arcidiacono.
In questo approccio, la vita consiste in un set di fenomeni sintropici e non può essere ridotta a soli processi fisici e chimici, ma esiste una fonte di informazione più fondamentale per la loro organizzazione. Nel modello della AR, i fotoni 3D, onde dello spazio 3D, sono oggetti fondamentali che permettono ai sistemi viventi di ridurre l’entropia del proprio ambiente (così forniscono la definitiva fonte di informazione responsabile della creazione ed evoluzione della complessità biologica, in affinità epistemologica con la visione Fantappiè-Arcidiacono-Arcidiacono). Fritz-Albert Popp chiama tali fotoni nei sistemi viventi, biofotoni (Cohen and Popp, 1997). La loro struttura non è diversa dai fotoni ordinari e sono sempre 3D. I bio-fotoni degli organismi viventi sono l’origine fisica della “bio-energia”, chiamata “prana” in India e “QI” in Cina. In AR, la salute di un organismo è basata su un buon flusso di informazione tra gli spazi dimensionali superiori di Hilbert e l’organismo materiale 3D, quindi l’errata e parziale immaginazione della mente è la principale causa della malattia. Per questo la salute è intrinsecamente collegata all’origine dell’osservatore, che è la coscienza.
La coscienza è l’energia-informazione primordiale dell’universo, che agendo attraverso la mente nel livello 3D dell’organismo, permette la salute psicofisica. Quando la mente non ha l’appropriato supporto della coscienza, diviene iperattiva e causa un eccessivo flusso di correte nel sistema nervoso generando danni. Una mente invece in sintonia con la coscienza è calma, più efficiente ed è alla base della salute psicofisiologica (Davidson et al., Rubia, 2009; Rosenkrantz et al., 2013). In questa prospettiva la salute, la pace stabile e la prosperità della società umana, possono essere ottenute introducendo la ricerca individuale sull’origine dell’osservatore nel sistema educativo mondiale. L’osservatore è l’elemento comune di ogni essere umano indipendentemente dall’ambiente culturale e religioso e rappresenta la vera forza legante tra diverse culture e religioni (Sorli, 2016). In AR, seguendo la filosofia che caratterizza la teoria di campo quantistica, la nozione di energia viene estesa agli spazi multidimensionali di Hilbert.
L’energia può essere definita nello spazio di Hilbert 3D, nello spazio di Hilbert 4D, nello spazio di Hilbert 5D, in generale nello spazio di Hilbert nD dove n è il numero cardinale dei numeri naturali; lo spazio nD di Hilbert è la base fondamentale della coscienza, che agisce nell’essere umano come osservatore. L’informazione ha la sua origine nell’energia, che esiste in diversi spazi di Hilbert; energia ed informazione sono la stessa realtà, una idea oggi accettata: “la meccanica quantistica non è lo stadio finale della scienza della fisica. All’inizio della meccanica quantistica tra il 1900 e il 1950, tutto era particelle, ma più tardi, dal 1950 al 1970, tutto divenne campi. La visione di oggi, dal 1970 in poi, è che tutto è informazione” (Tarlaci, 2010). Inoltre nel modello qui proposto, l’informazione degli spazi dimensionali superiori di Hilbert che guida i fenomeni dell’universo può essere associata con proprietà specifiche del vuoto quantistico 3D non-locale.
Recenti pubblicazioni di O.J.Pike e altri, O.Firstenberg e altri, forniscono una visione dei fotoni come elementi costitutivi della materia (Firstenberg et al., 2013; Pike et al., 2014). In AR i fotoni sono onde dello spazio fisico 3D (vuoto quantistico 3D), quindi le particelle sono forme differenti di energia dello spazio come già predetto da Ervin Schrodinger: “Quello che osserviamo come corpi materiali e forze, non è altro che forma e variazione nella struttura dello spazio”. In questo quadro il tempo come ordine materiale dei fenomeni, è una caratteristica per l’energia di tipo tridimensionale. I fenomeni esistenti negli spazi dimensionali superiori di Hilbert sono immediati. Nella realtà nD non abbiamo più fenomeni. La coscienza non è un fenomeno, ma pura vacuità, “il nulla”, shunyata, Nirvana.
La natura dell’energia della coscienza è infinita e non descrivibile in modo esatto con la matematica senza lasciare un divario epistemologico. Il modello della Relatività Avanzata (AR) sviluppa una immagine matematica della realtà in cui ogni elemento del modello corrisponde esattamente ad un elemento del mondo reale, quindi non c’è un divario epistemologico tra modello e realtà. Il nostro gruppo di ricerca lavora sul modello con il minimo divario epistemologico per gli spazi superiori di Hilbert. La coscienza come realtà non-fenomenica rimane fuori da tale descrizione. La vera natura della ricerca della coscienza è non descrittiva, è esperienziale, un metodo individuale (meditazione) in cui si scopre il Nirvana: “il Nirvana è uno stato di pura beatitudine e conoscenza…Esso non ha nulla a che fare con l’individuale. L’ego o la sua separazione è illusione” (Ervin Schrodinger).
Origine della Vita
In AR la vita a livello molecolare tridimensionale ha origine nella coscienza nD. L’evoluzione della vita è codificata negli spazi di Hilbert 4D e superiori con maggior densità di informazione e viene comunicata nello spazio 3D tramite bio-fotoni. E’ stato già confermato che i bio-fotoni trasportano informazione tra le cellule. Questo è mostrato da ricerche nella bio-comunicazione quantistica (Edmonds, 1994; Sun et al., 2010) e soprattutto, nel recente modello della biologia guidata da fononi, dove l’architettura funzionale e le reti metaboliche delle cellule negli organismi viventi, sono associate con tipiche frequenze eigen e in particolare, le frequenze elettromagnetiche hanno una relazione con la coerenza quantistica nei sistemi viventi, con le funzioni cerebrali e della coscienza (Meijer e Geesink, 2016).
Secondo l’approccio di Meijer e Geesink, gli effetti delle onde quantistiche agenti sui sistemi viventi, sono determinati da un campo quantistico toroidale a tipici scalari e connessi ai condensati Frolich-Bose-Einstein attivi nei processi biologici e presenti nei fononi. Da questa prospettiva, la realtà può essere percepita come una vasta rete intrecciata di campi discreti di oscillazioni che interagiscono con i campi vibrazionali dei sistemi viventi, un processo di comunicazione in cui fotoni di varia energia e solitoni, giocano un ruolo essenziale. In questo punto, un risultato rilevante è che i flussi di informazione geometrici di fotoni e fononi, convertiti in onde stazionarie scalari in una topologia torodiale 4D, possono essere considerati la base dell’origine degli stati di coscienza.
Inoltre, la ricerca di Tang e Dai suggerisce che i bio-fotoni possano giocare anche un potenziale ruolo nella trasmissione ed elaborazione di segnali neurali, contribuendo alla comprensione delle funzioni superiori del sistema nervoso (Tang e Dai, 2014). In questa prospettiva, l’evoluzione della vita è un processo continuo nell’intero universo (Sorli, 2016). Le molecole organiche essenziali per la vita sono state scoperte nell’intero spazio universale (Kwok e Zhang, 2011). L’energia cosmica forma una matrice interconnessa con l’intero cosmo e tramite la materia strutturata può generare la vita (Pereira, 2015a). Lo scambio di energia tra le particelle e il vuoto quantistico è una ragione rilevante per l’interdipendenza tra la matrice cosmica e la materia. L’emergenza della vita nella materia corrisponde al punto di conversione tra energia cosmica non-locale ad energia localizzata che potrebbe essere mediata da processi quantistici attraverso i gradienti protonici nella materia organizzata.

La materia elementare inorganica potrebbe aver attivato i processi quantistici e la creazione delle prime forme di vita coscienti (Reddy e Pereira, 2016). Secondo la AR, l’omogeneità fisica dell’universo implica anche omogeneità biologica. Le circostanze fisiche per lo sviluppo della vita sono le stesse nell’intero spazio universale. Su pianeti simili alla Terra si è sviluppata la vita. Un pianeta con circostanze simili per lo sviluppo della vita simile a quella sulla Terra è stato scoperto recentemente (Jenkins et al, 2015). Non si può escludere che nell’universo esistano altri pianeti in simili circostanze. La coscienza modella la vita tramite gli spazi di Hilbert nell’intero universo. Questo significa anche che la tecnologia non potrà mai creare un “computer conscio” con abilità cognitive superiori a quelle dell’amicizia, dell’empatia, della compassione, che si trovani nel dominio degli spazi superiori di Hilbert. La tecnologia non può andare oltre la reatà ordinaria 3D.


venerdì 11 agosto 2017

Come mappare i circuiti che ci definiscono

I neuroscienziati vogliono capire come i grovigli dei neuroni producono comportamenti complessi, ma anche le reti più semplici sfidano la comprensione.


Marta Zlatic possiede la collezione di film più tediosa mai. Nel suo laboratorio al Campus di Ricerca di Janelia a Ashburn, in Virginia, il neuroscienziato ha immagazzinato più di 20.000 ore di video in bianco e nero con larve di frutta a mosca ( Drosophila ). Le stelle di questi film stanno facendo cose maggotane mondane, come il wriggling e la striscia, ma il filmato sta aiutando a rispondere a una delle domande più grandi della neuroscienza moderna: come i circuiti del cervello creano comportamenti.
È un obiettivo importante in tutto il campo: elaborare come i legami neuroni, come i segnali si muovono attraverso le reti e come questi segnali lavorano insieme per pilotare un animale in giro, a prendere decisioni o - nell'uomo - per esprimere emozioni e creare coscienza.
Anche nelle condizioni più umide - "illuminazione normale;Nessun segnale sensoriale; Non hanno fame ", dice Zlatic - le sue larve di mosca possono essere fatte per eseguire 30 azioni diverse, tra cui ritirare o svoltare le loro teste, o rotolare. Le azioni sono generate da un cervello composto da soli 15.000 neuroni. Questo non è niente rispetto agli 86 miliardi di cervello umano, che è uno dei motivi che Zlatic ei suoi compagni di squadra amano così tanto i maggots.
"Al momento, in realtà, la larva Drosophila è il punto dolce", dice Albert Cardona, collaboratore e marito di Zlatic, che è anche a Janelia. "Se è possibile ottenere lo schema elettrico, hai un ottimo punto di partenza per vedere come funziona il sistema nervoso centrale".
Zlatic e Cardona portano due delle decine di gruppi in tutto il mondo che stanno generando diagrammi di cablaggio dettagliati per i cervelli degli organismi del modello. Nuovi strumenti e tecniche per tagliare i cervelli e tracciare le loro connessioni hanno accelerato i progressi negli ultimi anni. E i diagrammi di rete neurali che ne conseguono stanno dando sorprese - mostrando, ad esempio, che un cervello può utilizzare una rete in più modi per creare gli stessi comportamenti.

sabato 5 agosto 2017

Ascoltando l'armonia delle sfere plasmatiche


Lo spazio non è vuoto, né silenzioso. Lo spazio contiene particelle cariche energetiche, regolate da campi magnetici e elettrici, si comporta diversamente da qualsiasi cosa si possa sperimentare sulla terra.

Nell'ambiente spaziale che circonda il nostro pianeta, le particelle vengono continuamente spinte dal movimento di varie onde elettromagnetiche conosciute come onde plasmatiche. Queste onde al plasma, come le onde dell'oceano, creano una cacofonia ritmica che -- con gli strumenti giusti -- possiamo sentire attraverso lo spazio.

Vedi

lunedì 31 luglio 2017

I fisici trasformano un cristallo in un circuito elettrico

I fisici di Washington State University hanno trovato un modo per scrivere un circuito elettrico in un cristallo, aprendo la possibilità di elettronica tridimensionale trasparente che, come un Sketch di Etch A, può essere cancellata e riconfigurata.

Forse hanno fatto qualcosa di rudimentale rispetto alle qualità di un cristallo.........↺


Articolo

Lo spirito della fisica

Fisica I love you


venerdì 28 luglio 2017

Braccialetto di raccolta energetica

Un braccialetto raccoglie energia dai movimenti del polso del portatore. Questa energia può essere convertita in energia elettrica e utilizzata per estendere la durata della batteria dell'elettronica personale o addirittura alimentare completamente alcuni di questi dispositivi.
È stato dimostrato un braccialetto di raccolta energetica (EHB) basato su due movimentatori magnetici permanenti a movimento circolare esclusivo , capace di catturare l'energia attraverso i movimenti naturali del polso del portatore. L'EHB può trasformare il movimento di traslazione in qualsiasi orientamento tranne l'assiale nel movimento di rotazione dei motori, che passa attraverso quattro trasduttori a bobina e induce forze elettro-motive significativamente grandi sulle bobine.


Articolo completo

Eruzione solare

Oggi abbiamo avuto una bellissima eruzione solare non diretta verso la Terra.



martedì 18 luglio 2017

Effetti delle tempesta

Gli effetti della tempesta magnetica si sono distribuiti, molti hanno riscontrato un aumento delle vertigini, senso di ansia, e perdita di appetito.
A livello globale due terremoti son o stati registrati.

Il primo di magnitudo 7.7 in mare ,estremo oriente della Russia,nella regione di KOMANDORSKIYE OSTROVA avvenuto alle 23:34 UTC.Il secondo di magnitudo 6.4 Richter registrato nel nord del Peru' alle 02:05 UTC.

Tempeste tropicali in Cina, Turchia, e effetti meteo strani in tutto il mondo....



domenica 16 luglio 2017

Tempesta geomagnetica

Una forte eruzione solare emessa dal Sole ha costretto iL NOAA ad emettere un avviso di tempesta geomagnetica sulla Terra tra 16 e 17 Luglio 2017.

Una violenta tempesta magnetica si sta abbattendo sulla Terra e lo sciame di particelle elettriche emesse dal Sole stanno colpendo il pianeta, provocando spettacolari aurore anche a New York e in Scozia.

LA CME E' ARRIVATA: è arrivata un'emanazione di massa coronale (CME) lanciata verso la Terra dal sunspot AR2665 il 14 luglio.  Ha colpito il campo magnetico del nostro pianeta il 16 luglio a circa 0545 UT. Previsioni NOAA dicono che esiste una probabilità del 75% delle tempeste geomagnetiche di classe G1 o G2 più tardi oggi come la Terra passa attraverso la scia magnetizzata della CME. Gli osservatori del cielo ad alta latitudine dovrebbero essere attenti per i aurori. Gratuito: Avvisi di Aurora

Fonte


martedì 11 luglio 2017

Misurazioni con una precisione record, mostrano una massa atomica del protone più piccola

 Un team internazionale di ricercatori ha eseguito una misurazione precisa della massa atomica del protone, migliorando la nostra attuale conoscenza della massa del protone con una precisione di 32 parti per trilioni. Con tanta precisione, il team di ricerca ha scoperto che il protone è di circa 30 miliardi di centesimi in meno rispetto a quanto precedentemente pensato.

PDF

domenica 9 luglio 2017

I nostri antenati erano vegetariani.....

Se stai considerando una dieta vegan / vegetariana, la scienza moderna dimostra che è completamente naturale e che i nostri corpi sono totalmente in grado di sostenerci. In realtà, molte prove dimostrano che una dieta vegana / vegetariana (se eseguita correttamente) può avere una enorme quantità di benefici per la salute.
"Gli studi stanno confermando i benefici per la salute dei consumi carni. Al giorno d'oggi, il cibo a base di piante è riconosciuto non solo nutrizionalmente sufficiente ma anche come un modo per ridurre il rischio per molte malattie croniche ". - Harvard Medical School ( fonte )
Puoi trovare ulteriori informazioni su questo (per iniziare alla ricerca) qui .
Sia che ti abbonati alla teoria dell'evoluzione, o il creazionismo, un po 'di entrambi, o qualsiasi altra cosa, sia irrilevante per questo articolo. Questo articolo non va in queste complessità in quanto è un argomento completamente diverso, con un sacco di informazioni, esame e fattori da considerare.
C'è ancora molto che non capiamo, e la connessione tra gli esseri umani e quello che noi facciamo riferimento ai nostri "antenati" non è sufficiente per considerarlo come la verità. L'evoluzione è reale e può essere vista in tutta la natura, ma la connessione umana ad essa è ancora un mistero.

Tempesta geomagnetica in arrivo

Un gigantesco cratere magnetico appare sulla faccia del sole e’ sta proiettando un flusso di particelle ad alta energia verso la Terra.L’onda ci investirà nelle prossime ore e’ secondo le previsioni dei meteorologi spaziali scatenerà una tempesta geomagnetica che farà fluttuare per ore il campo magnetico terrestre.




sabato 8 luglio 2017

Il futuro influenza il passato?

In una struttura armonica geometrica dello spazio tempo per forza di cose i concetti di passato e futuro sono eventi interlacciati che corrispondono al momento presente più ampio, visibile soltanto in uno stato di autopotenziamento.............

Articolo

La definizione di chilogrammo sta per cambiare

La nuova definizione di un chilogrammo si basa in parte sul nuovo valore concordato per la costante di planck...

Articolo

giovedì 6 luglio 2017

I neuroscienziati richiedono una visione più completa di come il cervello crei memoria

Un nuovo studio, pubblicato questa settimana nella rivista Neuron , esamina i limiti della plasticità sinaptica nelle operazioni di apprendimento e memoria del modello neurocomputativo. La pubblicazione sostiene che, mentre la plasticità sinaptica stabilisce la mappa della connettività tra singoli neuroni correlati alla formazione di una memoria, non basta considerare tutti gli aspetti dell'apprendimento. Un altro processo chiamato "plasticità intrinseca", o cambiamenti nell'intensità dell'attività dei neuroni all'interno di un circuito di connettività, svolge un ruolo importante.

Articolo

sabato 1 luglio 2017

La doppia fenditura

L'esperimento della doppia fenditura ha creato false concezioni della realtà, promosso indebitamente come base per lo sviluppo di teorie e prospetti non fondati. Una facile soluzione è raccontata in questo articolo che segnaliamo anche se con il traduttore automatico si comprende bene la dinamica.
Se però integriamo questi concetti con le proposte presenti su questo sito e nei libri diverrà chiaro come il meccanismo non sussiste. Abbiamo spiegato diverse volte come si forma la materia e di che cosa è fatta, basta cercare con attenzione.


Articolo

mercoledì 21 giugno 2017

Buckyballs si presentano nello spazio stellare



A metà del XX secolo, l'architetto Buckminster Fuller (noto anche come "Bucky") e altri avevano capito che una rete di pentagoni e di esagoni si sarebbe piegata in una struttura geodetica stabile. Come si è scoperto, la natura era già arrivata alla stessa realizzazione. Nel 1985, i ricercatori terrestri hanno cotto un disco di grafite, un minerale di carbonio, in una camera al plasma per ricreare le condizioni intorno a una stella gigante rossa. Con la loro sorpresa scoprirono di aver fatto strane nuove forme di carbonio e altri esempi di molecole ancora più grandi che sembravano gabbie di carbonio.

Leggi articolo

domenica 18 giugno 2017

Rettificati i modelli di materia oscura secondo il modello del vortice superfluido




E' incredibile vedere come la fisica Mainsteream inizi a seguire i modelli proposti da noi e da altri da ormai tanto tempo, fatto sta che sta creando un modello che si avvicina sempre più alle spiegazioni fatte sulla funzione dell'universo in modelli di etere superfluido.


 Uno di questi recenti approcci unificati propone il fenomeno MOND dalla superfluidità delle materie oscure - affermando che la nostra galassia sta girando in un mezzo superfluido.

I modelli da noi proposti non richiedono nessun concetto di materia oscura, comunque c'è un grosso cambio di marcia all'interno della fisica.

Articolo in lingua originale

video - simulazione di numerosi fori neri che interagiscono nel cluster globulare, producendo un comportamento osservato di cluster globulare e fusione binaria di fori neri (fonte di onde gravitazionali rilevabili).



mercoledì 14 giugno 2017

Luce superfluida a temperatura ambiente



Che la luce sia composta di onde è noto. Ma che i fotoni possano comportarsi come un vero e proprio liquido che forma increspature intorno a un ostacolo, come la corrente di un fiume, lo è meno. Che lo possa fare in condizioni date di temperatura e pressione ambientali è la scoperta dei ricercatori dell’Istituto di nanotecnologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Nanotec-Cnr) di Lecce: la luce quando è “vestita di elettroni” può diventare addirittura un superfluido e scorrere intorno a un “difetto” senza attrito, richiudendosi su se stessa senza increspature. I risultati sono stati pubblicati su Nature Physics e sono frutto del lavoro sperimentale effettuato presso i laboratori di Fotonica avanzata del Nanotec-Cnr di Lecce, in collaborazione con il Dipartimento di matematica e fisica ‘Ennio De Giorgi’ dell’Università del Salento, il Polytechnique di Montrèal in Canada, il Centre of Excellence della Aalto University in Finlandia e l’Imperial College di Londra.

Continua a leggere


sabato 3 giugno 2017

Super struttura chirale dell'acqua attorno al DNA


I ricercatori dell'Università di Notre Dame hanno osservato per la prima volta una superstruttura chirale idrica modellata intorno a una biomolecola. Anche se molti studi hanno dimostrato l'interazione diretta dell'acqua con macromolecole molto importanti come il DNA, l'ultimo studio è una conferma definitiva che l'acqua forma una super-struttura unica e duratura attorno all'elica doppia del DNA - stabilizzando la conformazione molecolare, mediando la sua funzionalità e Interazione con importanti intermediari di informazioni come RNA polimerasi.

Pdf

domenica 28 maggio 2017

Tempesta geomagnetica

L'espulsione di massa coronale (CME) prodotta nelle prime ore del UTC del 23 maggio 2017 ha colpito il campo magnetico della Terra alle 15:36 UTC il 27 maggio, più di 24 ore dopo che si prevedeva. Anche se la velocità del vento solare è relativamente lenta, il campo magnetico incorporato ha avuto un periodo prolungato di sud Bz che è riuscito a scintillare G3 - forte tempesta geomagnetica. 






Indice K-Geomagnetico di 7
Soglia raggiunta: 2017 28 maggio 0419 UTC
Periodo sinottico: 0300-0600 UTC
Avviso attivo: Sì
Scala NOAA: G3 - Forte

RIASSUNTO: impulso imprevisto geomagnetico
Osservato: 2017 27 maggio 1536 UTC
Deviazione: 19 nT
Stazione: BOU

mercoledì 24 maggio 2017

Gli strani comportamenti di Tabby



KIC 8462852 torna a far parlare di sè. Questa stella soprannominata Tabby,  è soggetta a imponenti quanto improvvisi cali di luminosità ai quali gli scienziati non sono ancora riusciti a dare una spiegazione. Sono state avanzate le più diverse spiegazioni: sciami di comete, comportamento anomalo della stella fino ad arrivare all’ipotesi dell’esistenza di una megastruttura posta di fronte ad essa da una civiltà aliena per catturare l’energia dall’astro da inviare al proprio pianeta.

 Ora, dopo una fase statica, la luminosità è ricominciata prepotentemente a scendere di nuovo. Tutte le attenzioni sono dunque su di lei........  


martedì 23 maggio 2017

La nuova forza del corpo nero dipende dalla geometria spaziale e dalla topologia



La geometria spaziale è una funzione del campo nello strutturarsi in caratteristiche peculiari e uniche. I presupposti di ogni dinamica hanno una geometria e una topologia definita.



Articolo

sabato 20 maggio 2017

Scoperto gigantesco ponte magnetico che attraversa le galassie

I ricercatori dell'Università di Sydney e dell'Università di Toronto hanno infine individuato il campo magnetico generato da quello chiamato Ponte Magellano, un vasto flusso intergalattico di gas neutro che collega le grandi epiccole nubi di Magellano (LMC e SMC). Gli astronomi hanno predetto che questo ponte, che si estende per circa 75.000 anni luce tra le due galassie, era là fuori, ma non aveva precedentemente una conformazione

Leggi articolo

venerdì 19 maggio 2017

Milioni di atomi correlati in test quantistici





In un sistema in cui gli atomi sono correlati in fase c'è grande capacità di trasferimento informativo, questo succede negli array del grafene, nei quasicristalli ecc.
Ora un team ha superato ogni record nello spingere l'effetto entangled sugli atomi......

Articolo

giovedì 18 maggio 2017

Sistema rotante per propulsione elettrostatica

Nel seguente brevetto viene presentato un sistema di propulsione che utilizza un cilindro rotante caricato elettrostaticamente in un anello con differenza di potenziale, di modo da indurre una curvatura spaziale di direzione orizzontale. I propulsori si basano sulla tecnologia dei vortici magnetici più volte spiegata in questo sito. Questi propulsori sono incorporati nei cilindri di modo da formare una differenza di  densità elettrica e creare tunnel spaziali tra la densità eterica dello spazio circostante e i domini del vuoto. Il progetto sembra avere una buona base teorica, ma non avendone visto uno da vicino non possiamo testimoniare per il suo corretto funzionamento. Tuttavia è interessante sapere.....

Pdf brevetto

mercoledì 17 maggio 2017

La misurazione di precisione sugli ioni pesanti contraddice la teoria dell'interazione tra il nucleo atomico e l'elettrone

L'atomo si comporta come un mini universo e ricicla in continuazione energia del campo unificato tramite la fluttuazione dei domini del vuoto..
La visione comune dell'atomo non è reale, ora anche la fisica mainstrem inizia ad accorgersene...

Estratto:


Per la prima volta, un team di ricercatori sotto la guida di TU Darmstadt è riuscito a misurare la transizione tra i livelli di energia degli ioni litio-simili del bismuto con tale precisione che è stato possibile riesaminare le teorie sottostanti. Ciò ha portato ad un risultato sorprendente: la comprensione dell'interazione tra un elettrone e un nucleo atomico che abbiamo avuto finora potrebbe essere errata.
Nella superficie dei nuclei degli atomi di bismuto, esistono campi magnetici che sono altrimenti presenti solo sulla superficie di stelle massicce di neutroni. Il comportamento degli elettroni in questi campi è stato indagato da un gruppo di ricercatori sotto la guida della Technische Universität Darmstadt. Solo di recente hanno raggiunto un passo avanti osservando per la prima volta una transizione speciale in ioni litio-simili di questo elemento.





martedì 16 maggio 2017

L'entanglement quantistico potrebbe contribuire a migliorare i rilevatori d'onda gravitazionali oltre il limite quantistico.

Ormai la discesa è avviata, anche per la fisica di un certo tipo si iniziano ad aprire, porte. Il principio che riguarda le onde gravitazionale può essere studiato semplicemente come una funzione frattale del campo unificato senza ulteriori complicazioni. Comunque siamo a buon punto....



Articolo

Brevetto Triangular Spacecraft

Una singolare pubblicazione di un veicolo basato sull'interazione scalare delle onde emesse dai vertici. Queste onde perturbando il campo consentono il movimento del veicolo.....





Pubblicazione pdf

domenica 14 maggio 2017

La descrizione dell'atomo con la funzione gravitazionale.....



In un documento rilasciato dal istituto di fisica teorica di Stanford viene descritto come il fenomeno dei buchi neri può essere usato
per descrivere il legame delle particelle a formare un atomo gravitazionale.
 Nel 1950 il fisico John Archibald Wheeler formulò una descrizione di oggetti gravitazionali-elettromagnetici noti come geoni , in cui l'energia elettromagnetica può diventare così alta da curvare di nuovo a causa dell'interazione gravitazionale, formando così un foro nero a forma di torus, E apparirà quasi identica a una particella subatomica elementare. Ormai tutte le teorie convergono verso la stessa soluzione.

Pdf

venerdì 12 maggio 2017

I rapporti geometrici di campo..... nella costruzione delle cose

Il rapporto geometrico che produce il campo in sezione aurea è la guida d'onda per la costruzione dell'universo. Osservarlo in questo video nei movimenti tra la Terra e Venere è chiarificante. Questo meccanismo a seconda della scala disegna il cuore frattale di ogni cosa........


Il movimento dello spin segue le stesse "onde pilota", che noi chiameremo onde stazionarie, e che sono alla base delle orbite, della velocità, della gravità ed altro ancora......

Prova di entanglement fotonica in strutture di riferimento accelerate




L'"azione spettrale" di Einstein persiste anche ad alta accelerazione, i ricercatori dell'Accademia austriaca delle scienze e l'Università di Vienna hanno potuto mostrare in un nuovo esperimento. Una fonte di coppie di fotoni entangled è stata esposta a massiccia stress: l'entanglement dei fotoni sopravvisse alla caduta di una torre di caduta e 30 volte l'accelerazione gravitazionale della Terra in una centrifuga. Questo è stato riportato nel numero più recente di Nature Communications . L'esperimento aiuta ad approfondire la nostra comprensione della meccanica quantistica e allo stesso tempo dà risultati preziosi per gli esperimenti quantistici nello spazio.

giovedì 11 maggio 2017

I modelli temporali delle emissioni di fotoni possono essere memorizzati e recuperati diversi giorni dopo dallo "stesso spazio": prove sperimentali e quantitative

Le misurazioni dei tubi fotomoltiplicatori durante le produzioni simultanee di emissioni di fotoni non locali + locali hanno reso notevolmente raddoppiati le durate dei picchi di fotoni da reazioni di idrogeno perossido-ipoclorito se entrambi i loci sono stati esposti alle stesse configurazioni di varia velocità angolare di campi magnetici circolari. Diversi modelli temporali manipolati sperimentalmente delle emissioni di fotoni sono stati evidenti come picchi "spontanei" entro 3 - 5 giorni dopo le iniezioni effettive quando era presente la stessa configurazione del campo magnetico, ma non si sono verificate iniezioni. Questi risultati suggeriscono che i modelli temporali delle emissioni di fotoni entangled sono stati "memorizzati" nello spazio-tempo e potrebbero essere recuperati molto tempo dopo che gli eventi sono stati generati

articolo pdf

Stati alterati di coscienza che si verificano durante una risposta sessuale estesa nel femminile umano: definizioni preliminari

La risposta sessuale ampliata (ESR) è un fenomeno recentemente definito. Si definisce "essere in grado di raggiungere orgasmi di lunga durata e / o prolungati e / o multipli e / o sostenuti e / o orgasmo di stato che durano più a lungo e più intensi dei classici schemi di orgasmo definiti in letteratura". Durante la nostra indagine preliminare dettagliata per indagare sul fenomeno di ESR dichiarato in alcune donne particolari, abbiamo anche studiato i sentimenti soggettivi e gli stati alterati di coscienza (ASC) durante gli orgasmi molto intensi e prolungati nelle donne con ESR. Durante la nostra indagine preliminare sono state descritte 72 tipi di sentimenti soggettivi diversi e modelli ASC nelle 47 donne con ESR. Tra queste: depersonalizzazione; Fuori dall'esperienza corporea; volo; Sentimento moribondo (petit morte); estasi; rapimento; Sensazione di esplosione; Tremare, sensazione di terremoto; allagamento; assorbente; sgorga; benedetto; brividi; Amore intenso; irreale; surreale; Viaggio verso la natura; Vedendo lampi di luce, lampeggi di colore, forme geometriche, figure; tranquillità; Calore fisico e spirituale; perdita di controllo; propagazione; che scorre; Esperienza mistica; L'unificazione con il partner e / o l'universo; già visto; Piangere ecc. Si conclude che in alcune donne particolarmente esposte, alcuni degli orgasmi molto intensi e prolungati inducono una forma di ASC di cui il meccanismo non è ancora spiegato! Il processo di sviluppo dell'orgasmo femminile è coinvolto nei percorsi vaginali, pelvici, ipogastrici e vagus e l'ossitocina. Noi ipotizziamo che l'attivazione nervosa combinata tra questi quattro nervi durante l'ESR può indurre sensazioni straordinarie soggettive e ASC durante gli orgasmi femminili profondi. "Quattro nervi e sei teorie del percorso dell'orgasmo femminile" possono spiegare l'ASC durante l'ESR in una certa misura. Anche il coinvolgimento di percorsi dopaminergici, serotoninergici, noradrenergici, opioidi, prolattinergici e ossitocinergici possono modulare gli stati alterati durante gli ASC indotti da ESR. Occorre effettuare ulteriori ricerche per determinare le basi scientifiche ei parametri del fenomeno ESF in alcune femmine, nonché la ricerca sui meccanismi neurologici, psicologici e neurochimici degli ASC indotti da ESR in alcune psiche delle femmine.

Pdf

mercoledì 10 maggio 2017

L'entanglement mentale può emettere luce fino a 7300 km di distanza?



Uno studio conferma che l'entanglement mentale (ME) è in grado di aumentare il numero di fotoni rispetto ad una base di controllo
tarata prima dell'esperimento. In particolare l'effetto è stato registrato a 7300km di distanza. L'esperimento svolto con un fotomoltiplicatore
conferma l'aumento del 5% dei fotoni in un ordine di energia di 65eV a 788 THz.

Studio in pdf

Scienziati fuori dal coro

The living Universe

Renato Palmieri

Aetherometry