giovedì 28 aprile 2016

Effetto cavità strutturale, piramidi e breve guida alla costruzione di un proiettore per il campo CSE

Vari studiosi tra cui  A.I. Veinik, V.S. Grebennikov, Yu.V. Tszyan Kanchzhen, I.M. Shakhparonov, A.A. Beridze-Stakhovsky, A. Golod, V. Krasnoholovetz, Joe Par, hanno rilevato che una certa geometria di superficie genera campi di torsione destrorsi e sinistrorsi a seconda della forma che ha l'oggetto.
L'effetto di cavità strutturale è un’emanazione sviluppata da tutti quei corpi che hanno una struttura alveolare. L’esempio più eclatante in natura è un alveare, composto da una matrice di celle esagonali con determinate proporzioni.
Possiamo tuttavia avere un CSE anche da celle con forme differenti. Una ricerca condotta  sull'effetto della cavità strutturale è stata condotta dal gruppo di A.E. Akimov all’Istituto di Fisica dell’Accademia Ucraina delle Scienze e all’Università di Chernovitsky.
Dalla ricerca emerge chiaro che i migliori generatori passivi di torsione sono formati da coni che hanno il rapporto “phi” di 1 a 0,618. Gli esperimenti con le piramidi da parte dei ricercatori russi hanno evidenziato che un energia di tipo eterica collegata alla gravità è in grado di fluire in qualsiasi oggetto. Durante la ricerca si è constatato che la forma di un oggetto determina il modo in cui questa energia scorre in esso.
La forma della piramide quindi si comporta come un naturale imbuto per questa energia eterica, creandone la concentrazione alla punta.
Il Prof. VI Kostikov e il Dr. AC Katasonov dalla R & D Institute "Graphite," Russian Ac. Sci., ha condotto un esperimento per misurare l'effetto di un campo di una piramide sulla resistenza dei materiali in carbonio.
Uno strato di carbonio pirolitico è stato introdotto in una piramide uscendone dopo un giorno con la resistenza aumentata di ben 2 volte. E' chiaro che queste forme sono in grado si sfruttare la naturale geometria del collasso d'onda e regolarla in fase. Alcune possono portare benefici al corpo, a patto di non abusare.
Per costruire un proiettore basato sulla tecnologia CSE bisogna procurarsi 170/200 cannucce (dritte e lisce, non quelle corrugate pieghevoli; di plastica o carta o paglia è uguale, ma di plastica l'effetto è un po' maggiore).
Se ne deve fare un fascio compatto, da fermare con due o tre elastici. Con questo semplice fascio è già possibile avvertire l'effetto CSE, quando è tenuto in verticale oppure è diretto alla posizione del sole in quel momento. Ricordarsi che l'effetto inizia dopo un po' che il proiettore viene mantenuto fermo. Una volta percepito l'effetto, si può potenziarlo, aggiungendo ai lati e sul fondo due o tre strati alternati di foglio di alluminio e ovatta.
E' da ricordare che :

Il CSE non viene schermato da oggetti relativamente spessi e composti da materiali differenti quali cartone e metallo .
Il CSE non è rilevabile da strumenti quali misuratori di ultrasuoni, elettrometri, magnetometri e radiometri;
Il CSE ha la sua massima espressione nel momento in cui viene proiettato in asse con la posizione del sole, e diretto verso il centro della Terra;
Un forte campo CSE può creare una perturbazione nello spazio, tale da generare differenti effetti tra cui cambiamenti di peso degli oggetti;
Gli orologi, sia meccanici che elettronici funzionano in modo anomalo quando posti in un forte campo CSE. Sembra che il CSE abbia anche un effetto sul tempo.
Il CSE può manifestarsi con differenti intensità, da quelle meno percettibili, a quelle in grado di curare l’emicrania, a quelle in grado di deviare la spinta gravitazionale. Probabilmente sei strati di celle di alveare possono generare un effetto in grado di essere chiaramente percettibile dagli esseri umani, pur tuttavia senza produrre effetti pericolosi come shifting temporali, levitazione.
Sperimentate e divertitevi.

mercoledì 27 aprile 2016

La bufala dell'antimateria, la coerenza di campo come guarigione del passato e decodifica del futuro.

Gli esperimenti del CERN hanno portato notevole confusione alla fisica contemporanea. L'acceleratore di particelle portata all'energia record di 13.000 miliardi di elettronvolt ha creato la naturale credenza in fisica dell'esistenza dell'antimateria, classificata come flusso di positroni. I positroni sono materia  a carica positiva che ovviamente presenteranno una carica opposta alla materia luminosa. Feynman dimostrò che nel preciso istante in cui un flusso di materia positronica incontra materia elettronica, ci sarà uno stravolgimento di spin di rotazione, che porterà ad un misterioso accordo tra positroni e elettroni ed un inizio a ritroso nel tempo.
Quindi occorre abbandonare l’idea che dall'incontro tra materia e antimateria ne sarebbe risultata solo una colossale esplosione denominata processo di annichilazione.
Ma in fondo questo processo non è mai esistito perché materia e antimateria sono semplicemente due opposte rotazioni dello stesso campo. Il problema nasce dal fatto che in un acceleratore due particelle prendono a circuitare in senso opposto a causa dell'avvitamento di campo, ma se si fanno scontrare non si produce annichilazione bensì distruzione.
Ma perché due particelle dovrebbero avvitarsi in senso opposto? L'antiparallelismo degli assi di polarizzazione gravitazionale è il processo più comune in natura. La simmetria speculare è
la chiave per capire il magnetismo. Infatti, qualsiasi campo magneto-gravitazionale risulta sempre da un miscuglio ordinato di campi antiparalleli. Nei campi magnetici artificiali invece
c'è la prevalenza di un solo orientamento, portando ad un'aberrazione empirica. I campi destrorsi e sinistrorsi riscontrati negli spin e nei campi di torsione sono l'unico concetto
plausibile di antimateria e materia. L'antiparalellismo di linee di forza controorientate, dispsoste in modo non simmetrico e ordinato seconda la sezione aurea è la principale costruzione in natura, e la vediamo in cose tipo il girasole, la pigna, l'ananas. L'energia cinetica delle particelle è la causa dell'annichilimento studiato negli acceleratori che però non permette di spiegare nessun fenomeno fisico effettivo. Fantappiè coniò il significato di sintropia come fenomeno che tende alla convergenza.
Fantappiè introduce un concetto rivoluzionario: l’esistenza di un ordine implicito codificato in un campo di coscienza ed energia, che dal futuro accorda ogni aspetto del creato  ad una volontà di massimizzazione delle forme di vita, volta al trionfo della biodiversità.
In altre parole il nostro Fantappiè, seguito da David Bohm , dimostrò l’evidenza di un ordine implicato superiore,  ove tutti i potenziali quantici esprimibili sono contenuti. Il processo di osservazione a questo punto non crea realtà, bensì seleziona tra infinite possibilità codificate in linee
 temporali future ciò che si vuole collassare nel presente, manifestandolo in questo mondo. Il processo sintropico è in realtà un processo di coerenza che il campo assume quando raggiungendo le misure della sezione aurea è in grado di comprimersi con coerenza. L'effetto destroso e sinistroso delle onde in avvitamento sono creati dalla polarizzazione degli assi di spin del fenomeno gravitazionale dovuto alla compressione dell'etere in sezione aurea.
I modelli di energia a spirale per il prof. Kozyrev  sono, in effetti, la vera natura e manifestazione del “tempo”. Naturalmente, egli trovò che la nozione di “tempo” che possediamo doveva essere qualcosa di più che un semplice calcolo di durata. Kozyrev ci spinge a tentare di trovare una causa per il tempo, qualcosa di tangibile ed identificabile nell’Universo che noi possiamo associare al tempo. Dopo averci pensato per un po’, possiamo concludere che il tempo non è nient’altro che un movimento a spirale. Sappiamo che stiamo tracciando un complesso modello di spirale attraverso lo spazio grazie ai modelli orbitali della Terra e del Sistema Solare.
La teoria transazionale della fisica quantistica prova inconfutabilmente che le onde quantiche possono viaggiare a ritroso nel tempo. Nell'ordine biologico le onde assumono sempre coerenza e danno vita ad un processo dove il caos e lo spreco di energia si riduce. Quando due fronti di torsione si coniugano in fase nella loro geometria bilaterale e speculare formano il campo compressivo gravitazionale dove le onde sono in costante circuitazione su un loop che somiglia al simbolo dell'infinito. Su questo campo è possibile trasferire informazioni lungo la spirale frattale di campo in continuazione. Per ogni punto sulla spirale ci sarà un'influenza istantanea informativa. Ecco perché se in qualsiasi istante diventiamo coerenti nel presente ci sarà una ricalibratura immediata anche del passato, ed un accesso diretto al futuro. Il campo ultimo avrà compresso in maniera più coerente le informazioni. Questo fenomeno apparentemente trascurato ovviamente vale anche come gamma informativo dal futuro. Se tramite la coerenza riusciamo a trovare una connessione con la proiezione di spazio futura da lì potremo scaricare dati come un download per computer. Ovviamente l'onda risultante per noi avrà il senso antiorario a quello che stiamo osservando come scorrere del tempo.
Dunque ecco perché quando positroni ed elettroni si incontrano iniziano a viaggiare indietro nel tempo, ed ecco perché è possibile informare i campi della Terra a trovare la pace tramite la sezione aurea.

domenica 24 aprile 2016

Libro cartaceo

Reiterazione Infinita disponibile anche cartaceo.

Reiterazione infinita

Compra qui

venerdì 22 aprile 2016

Curare l'ADD, espandere il sistema immunitario e recuperare l'attenzione.

Oggi come promesso approfondiamo il funzionamento elettrico di campo riguardante il cervello e la mente. Grazie all'analisi spettrale è possibile misurare e visualizzare la geometria di un comune elettroencefalogramma e vedere le corrispondenze comportamentali. Tramite questa analisi è possibile constatare che l'attenzione e la beatitudine hanno una stessa matrice. Tale matrice consiste nella qualità delle onde di assumere la compressione non distruttiva di campo chiamata auto-centratura elettrica. In pratica le forme e le linee magnetiche del campo mentale assumono una geometria in grado di correlare perfettamente le forze e centrarle perfettamente. Questa geometria ha rapporto aureo. Questo ci consentirebbe di trovare le soluzioni al disturbo di deficit d'attenzione, alla sindrome di attacco di panico ed altri lievi disturbi. Il principio base di questo processo è che quando le onde magnetiche della mente vanno in fase consentono di organizzare perfettamente la carica elettrica mentale senza sprecare energia. Molti esperti credevano che la soluzione all'ADD poteva essere individuare l'armonica fuori fase. Ora sappiamo che anche senza sapere l'armonica da curare ci basta indurre  nel cervello un rapporto geometrico tra onde per avere una perfetta attenzione. L'attenzione duratura crea la pace nel cervello. Questo meccanismo è incredibilmente collegato anche al sistema immunitario. Le ultime analisi delle Università indicano chiaramente che c'è una connessione tra cervello e sistema immunitario. Il principio che li accomuna è l'inclusività armonica. La funzione di carica  di una mente in pace è la stesso principio d'ordine che informa le cellule nella loro attività. Così un sistema immunitario intrecciato correttamente con ricchezza vibrazionale rappresenta la corretta formazione psico-fisica di un ragazzo. Per fare ciò bisogna cambiare le abitudini deleterie a cui oggi la società abitua i ragazzi nella loro crescita. Se sappiamo che le esperienze di picco elettrico come la beatitudine, l'euforia e la ricchezza del sistema immunitario hanno la stessa matrice elettrica, non ci resta che andare in quelle direzioni che la riproducono. Quindi imparare ad alimentarsi, stare nella natura, fare costruzioni con materiali adeguati sia nella forma che nella geometria, fare movimento, arricchire la mente, ed aumentare la consapevolezza. Queste cose non necessitano di nessuna induzione esterna, di nessun tipo di medicinale. Bisogna iniziare a cambiare le abitudini deleterie della società, dalla scuola, all'insegnamento. Ogni individuo ha delle risposte innestabili precise dovute alla sua componente elettrica di carica, che noi definiamo passione. In quell'ambito elettrico va trovato il principio informativo che da inizio alla perfetta geometria di fase per la sua mente e per il suo cuore. Speriamo che più persone inizino ad accorgersene.

mercoledì 13 aprile 2016

Lo spostamento dell'asse terrestre corrisponde ad un aumento di densità eterica.

La NASA ultimamente ha pubblicato i dati sullo spostamento dell'asse terrestre secondo cui sono gli spostamenti climatici a farlo procedere. 





Questi studi sono incompleti. 


Dal suo sito web, Richard C. Hoagland presenta una tabella dove numerosi corpi all'interno del nostro sistema solare,  mostrano la prova di una sottostante, geometria tetraedrica.




 La caldera hawaiano si trova a 19,6 gradi di latitudine nord, che definisce il tetraedro stella sulla Terra. I punti c, e, d,f dell'immagine rappresentano i punti dove eventi terrestri particolari, o vulcani si manifestano sulla Terra e in tutti i pianeti del sistema solare.


Le onde sinusoidali ruotano fino a diventare ciambelle e costituiscono il vortice toroidale della fisica odierna.
A seconda di come queste ciambelle o tunnel gravitazionali di vortici a tornado vengono inclinati negli angoli di solidi platonici si ottengono gli elementi della tabella atomica.
Nella fisica dei toroidi la formazione rotazionale del tetraedro all'interno della sfera crea le simmetrie a 7 spin che a seconda della loro inclinazione sono i 7 colori dell'arcobaleno.
Quindi le 7 inclinazioni del tetraedro nel fotone provocano i 7 colori.
Nella vibrazione dei solidi platonici si è visto come ogni vibra-zione sia una variazione nella forma dei solidi platonici.
Nell'introduzione alla fisica iperdimensionale sono rilevati i tetraedri all'interno di tutti i pianeti del sistema solare e che i loro vertici corrispondano a zone vulcani-che molto potenti.
L'aumento di energia causato dallo spostamento del Sistema So-lare ( Qui)  sta quindi ovviamente aumentando la compressione d'onda che entra nel sistema solare e di conseguenza l'accelerazione gravitazionale ma con essa anche la rotazione dei tetraedri del fotone.
In egual misura questo aumento di energia eterica si riversa nei nuclei planetari arrivando direttamente dal sole che vibra più ve-locemente ed irradia nuove sequenze geometriche.
Il tetraedro della Terra ovviamente per adeguarsi all'aumento di tale energia assumerà una posizione con un’inclinazione diversa, proprio come un prisma viene ruotato per cambiare frequenza alle onde.
Così nella sua rotazione assume un’inclinazione nuova di rice-zione di energia eterica, ed un’intensità di campo differente.
Questo aiuta a comprendere il perché dei grossi terremoti, che negli ultimi anni hanno fatto registrare un considerevole spo-stamento dell'asse.
Molti autori riportano come a causa del terremoto e del conse-guente maremoto (tsunami) che si sono verificati il 26 dicembre 2004 nel sud-est asiatico la Terra abbia subito sicuramente cam-biamenti di direzione e di velocità di rotazione, così come sem-pre succede quando si hanno eventi di deformazione in porzioni consistenti della massa terrestre (quali sono appunto i terremoti).
Di ciò si sono occupati recentemente due ricercatori americani (B.R. Chao della NASA e R.S. Gross del Caltech) in un articolo apparso nel numero di gennaio 2005 (vol.86, n.1, pag.1-2) della  rivista “EOS Transactions” dell’American Geophysical Union. Queste variazioni vanno aggiunte a quelle che la Terra mostra normalmente. Si tratta di traiettorie caratteristiche descritte con varie periodicità dall’asse di rotazione terrestre, dette precessioni e nutazioni, e da variazioni di velocità di rotazione della Terra intorno al proprio asse, dette LOD (Length Of the Day) perché provocano un cambiamento nella durata del giorno. Secondo i due ricercatori americani, il terremoto-tsunami di Sumatra a-vrebbe provocato una diminuzione della lunghezza del giorno pari a 2.68 milionesimi di secondo ed uno spostamento dell’asse di rotazione terrestre di circa 2.5 centimetri, in direzione 145°E, corrispondente ad un’inclinazione di alcune frazioni di milione-simo di grado.
Il terremoto del Cile del 2010, per esempio, ha provocato uno spostamento dell'asse terrestre di 8 cm che si è tradotto in un ac-corciamento della giornata di circa 1.26 microsecondi, che di-venteranno un minuto intero solo fra 130.500 mila anni. Il cam-biamento infatti è permanente, e si accumula diventando via via maggiore, ma con effetti che, come si vede, nella scala delle mi-sure comuni hanno un impatto infinitesimo.
Il National Geophysical Data Center del NOAA (National Oce-anic and Atmospheric Administration) raccoglie, dal 1590, le coordinate annuali del polo nord magnetico, derivanti dalle pri-me prime misurazioni ottenute dalle navi fino ad arrivare alle più moderne tecniche di rilevamento. Se tracciamo lo spostamento che esso ha subito negli ultimi 420 anni qualcosa di anomalo balza tuttavia all'occhio. Dal 1860, lo spostamento dei poli magnetici è più che raddoppiato ogni 50 anni. Altro fatto eloquente è che nel corso degli ultimi 150 anni, lo spostamento dei poli è stato nella stessa direzione.
Nel corso degli ultimi 10 anni, il polo nord magnetico si è spo-stato quasi la metà della distanza totale degli ultimi 50 anni!!! In altre parole, lo spostamento del polo magnetico ha evidentemen-te subito una accelerazione notevole. Secondo gli ultimi dati l’attuale velocità di spostamento del polo nord magnetico è di circa 55 chilometri all’anno, mentre negli ultimi 10-20 anni il tasso di spostamento è stato da record tant'è che i primi problemi sono tangibili anche nella vita reale. Basti pensare che alcuni ae-roporti americani hanno dovuto modificare la numerazione delle piste, stante una differente orientazione magnetica.
Stando alla direzione attuale, il polo nord magnetico si sta diri-gendo direttamente verso la Russia. Ancora non si sa, il tempo probabilmente ci darà una risposta, ma al ritmo attuale, senza dubbio vi saranno effetti visibili in diversi sistemi (naturali ed artificiali).
Neanche a dirlo questa accelerazione avviene proprio nel periodo in cui il professor Dmtriev ha registrato un aumento di densità nel Sistema Solare, tuttavia la fisica dei toroidi ne dà un’ampia soluzione come una rotazione del tetraedro interno al pianeta in una forma di vibrazione più veloce.
Di conseguenza sarebbero i terremoti ad essere causati dallo spostamento e non il contrario.
Attualmente la cartografia globale del campo magnetico terrestre mostra un forte minimo dell’intensità del campo in un’area, della grandezza di diversi milioni di chilometri quadrati che si estende dall’America meridionale verso est a interessare una vasta regione di Oceano Atlantico meridionale. È la cosiddetta a-nomalia magnetica del sud Atlantico, una regione di considere-vole attenuazione del campo magnetico terrestre rispetto al valo-re che si ha altrove normalmente a quelle latitudini.


La magnetosfera terrestre in questi ultimi anni è tutta “bucata”, squarciata da ampie zone senza campo elettromagnetico.
Questi dati messi insieme danno una chiara idea di come i pro-cessi naturali non possano essere separati dalla dinamica Sole-Terra e dal meccanismo che forma i campi magnetici.



martedì 12 aprile 2016

Esperimenti sull'entaglement svegliano la scienza?

Abbiamo spiegato che il segreto della connessione tra i costrutti di campo che si articolano dal campo di punto zero è la sezione aurea. Quando i tunnel di campo sono coerenti tra loro i legami trasmettono informazioni istantaneamente. Conferme da ciò arrivano da uno studio pubblicato sulla rivista Le Scienze:

“L’Entanglement, la correlazione a distanza che secondo le leggi della meccanica quantistica può legare stati di particelle lontane tra loro, può essere stabilito anche tra i momenti angolari di ben quattro fotoni. Lo hanno dimostrato per la prima volta ricercatori dell’Università di Leiden, nei Paesi Bassi, guidati da Wolfgang Löffler, che firmano un articolo sulle Physical Review Letters. Questo risultato è un importante passo in avanti nell’ambito della ricerche mirate alla realizzazione di computer quantistici, che dovrebbero surclassare quelli convenzionali per potenza di calcolo. Il momento angolare orbitale dei fotoni, scoperto in un esperimento effettuato proprio all’Università di Leiden nel 1992, è una grandezza fisica su cui si sono concentrate di recente le attenzioni dei fisici teorici e di quelli sperimentali. Si tratta dell’analogo quantistico del momento angolare, una grandezza fondamentale che, nella meccanica classica, è associata al moto di rotazione di un corpo intorno a un asse. L’analogia è dovuta al fatto che quando un’onda elettromagnetica si propaga nello spazio, in certe condizioni, i fronti d’onda possono avvolgersi a spirale attorno alla direzione di propagazione. In questo caso i fotoni, i quanti di luce, associati all’onda, hanno quindi un momento angolare orbitale.

Schema dell’apparato sperimentale usato nello studio: attraversando un cristallo contemporaneamente, quattro fotoni emergono legati dall’Entanglement (W. Löffler/Leiden University) Parte dell’interesse destato da questa grandezza è dovuto al fatto che i momenti angolari orbitali di due particelle possono essere legati tra loro dall’Entanglement, una correlazione a distanza che tanto aveva perplesso Albert Einstein. Quando due particelle, opportunamente preparate, sono entangled, una misurazione effettuata su una fa “collassare” lo stato della particella misurata su un dato valore e contemporaneamente anche lo stato della secondo particella, indipendentemente dalla distanza a cui si trova, su un altro valore. Alcuni recenti esperimenti hanno prodotto l’Entanglement tra i momenti angolari orbitali di due fotoni, mentre il gruppo di Löffler, per la prima volta, è riuscito a ottenerlo per ben quattro fotoni, facendo in modo che passassero nello stesso istante in un cristallo”.

C'è da puntualizzare solo una cosa che un'onda elettromagnetica è la propagazione in fase della compressione frattale in sezione aurea più strettamente correlata in fase a causa della geometria platonica che il campo assume. 

giovedì 7 aprile 2016

Padroneggiare il DNA conferme sugli studi di Chopra

Il dna umano è un meccanismo di compressione di carica, esso ci consente di scaricare le informazioni direttamente dal campo di punto zero. Lo sviluppo del DNA è variabile a seconda della nostra capacità di processare la vita. La compressione delle informazioni in sezione aurea è sicuramente l'elemento più forte nell'attivazione del DNA. Per fare ciò dovremmo imparare a correlare le nostre emozioni in fase e a farle concordare. Come sappiamo una persona sana emette fotoni o biofotoni coerenti. Questo indica che il campo della persona ha raggiunto un buon equilibrio interno e sta irradiando in fase nello spazio. Così la biologia dipende dalle informazioni, dallo stile di vita, dal modo in cui reagiamo al catalizzatore della vita. Lipton è uno dei pionieri dell'epigenetica dove ci viene mostrato che le cellule dipendono dallo stato di credenza della coscienza, esse possono essere guarite e modificate a loro volta. Deepak Chopra è un medico e saggista indiano, specializzatosi nel campo della medicina alternativa. E' noto in tutto il mondo per il suo best seller "Mente Giovane Corpo Intelligente" e per l'essere stato soprannominato "il dottore delle celebrità.  Nei suoi studi il DNA e il genoma vengono rappresentati come un fluido in fase di cambiamento a seconda di tutto ciò che l'esperienza porta, compresi il cambiamento di  pensieri l'interazione con gli altri ecc. La connessione mente/corpo è direttamente scaricata dal DNA in fase informativa. Questo pone l'essere umano non più come impotente davanti al proprio destino ma bensì autore delle scelte biologiche che vivrà nella sua esistenza.  La velocità con cui il cambiamento genetico avviene ha stupito i ricercatori, la meditazione ad esempio è in grado di cambiare quasi immediatamente la codifica genetica, allungare i telomeri e aumentare l'aspettativa di vita. Ormai molte ricerche confermano e approfondiscono gli studi di Chopra, come ad esempio è dimostrato che il campo del cuore trasferisce informazioni al dna in maniera immediata. Lo scopo del DNA è quello di accelerare la luce oltre la sua velocità nella compressione di carica, per questo è fondamentale imparare a modificare consapevolmente la compressione del nostro DNA. Chopra è un ottimo inizio per avere una visuale sempre più ampia di come funziona effettivamente ed imparare a coltivare correttamente il proprio DNA.  Imparare ad usare le risorse dell'attenzione e del focus sono la via per uscire dal caos, Chopra aiuta capire anche come le esperienze della vita quotidiana influenzino il DNA e lo sviluppo del cervello, la sincronicità e fenomeni che possono migliorare notevolmente la nostra esistenza. 

domenica 3 aprile 2016

Tempesta geomagnetica e terremoti conferme anche oggi.

Una tempesta geomagnetica di livello 2 sta investendo la Terra.

(3 aprile 0022UTC) L'indice KP ha toccato il livello 6 - una tempesta globale di livello 2. Kiruna mostra un indice Q di 7 - un livello 3 tempesta. 

Non a caso la risposta sulla Terra è stata un terremoto:

3 APR - Un terremoto di magnitudo 7.2 si è verificato nel nord delle isole Vanuatu, nell'Oceano Pacifico.
Lo riferisce Usgs, aggiungendo che c'è il rischio tsunami. In particolare, il Pacific Tsunami Warning Center ha parlato della possibilità di tsunami "in un raggio di 300 km dall'epicentro, lungo le coste delle Vanuatu".



venerdì 1 aprile 2016

La pet therapy e la funzione d'onda

Gli animali sono un grande dono della natura, in un universo fatto di onde rappresentano una densità informativa con una certa densità. Il rapporto con l'uomo rappresenta un aumento della loro capacità di distribuire l'informazione, che se portata al giusto livello di compressione rappresenta il passaggio alla densità successiva del vortice di campo che l'animale rappresenta. Ma come può essere utile anche per noi? Attualmente si sta diffondendo la pratica della Pet therapy dove si sfrutta l'emergere delle emozioni per cercare di guarire da blocchi e disturbi di vario genere. Come funziona questa dinamica se svolta opportunamente. L'emozione ha bisogno di essere correlata in fase per raggiungere uno smistamento che la liberi da una certa velocità che la blocca in un determinato ambito reiterandola. Con la Pet therapy si può usare la correlazione di fase derivante dallo specchio che l'animale rappresenta per la nostra funzione d'onda. L'animale ci consente di raggiungere quella funzione d'onda di amore incondizionato che ci porta la capacità di guarire qualsiasi emozione non correlata e fuori fase. Il gatto ad esempio emette nel fare le fusa una certa lunghezza d'onda che è auto-organizzante e guarente sia per lui che per il padrone, ma sopratutto il campo del cuore umano quando offre servizio incondizionato acquista sempre più coerenza nelle misure della sezione aurea. Nella letteratura scientifica ci sono molte testimonianze in cui soggetti autistici hanno avuto un notevole miglioramento dalla presenza di un animale. Attualmente si è creata anche la specializzazione per cani di "assitent dogs" per il grande lavoro che portano ai soggetti autistici. Dal punto di vista della correlazione d'onda il tocco con un animale aiuta molto le onde cerebrali a raggiungere una coerenza di fase diminuendo il disturbo anche nei casi di deficit dell'attenzione. Insegnare il momento presente e la correlazione di fase è importante, spesso gli animali insegnano molto meglio degli uomini. Un animale ci insegna ad essere nel momento presente, ci insegnano la pazienza. Per chi invece volesse andare più a fondo nella guarigione può vedere il suo rapporto con gli animali come un estensione del proprio processo informativo vedendo le emozioni e le difficoltà che creano al nostro interno. Così per esempio quando ci fanno arrabbiare lo specchio ci sta testimoniando dove siamo rigidi nella visione delle cose, oppure ci insegnano l'attaccamento. Spesso estendiamo le nostre paure sugli animali diventando possessivi e ansiosi, riuscire a lavorare su questi aspetti quindi diventa fondamentale per evolvere e guarire.