martedì 9 maggio 2017

I ricercatori hanno dimostrato la violazione della disuguaglianza di Bell su coppie di fotoni intrecciati in frequenza bin


L'entanglement quantistico, una delle caratteristiche più interessanti dei sistemi quantistici multi-particelle, è diventato un elemento fondamentale per l'elaborazione delle informazioni quantiche e per il calcolo quantico. Se due particelle sono impigliate, non importa quanto lontane esse sono separate, la meccanica quantistica prevede che la misura di una particella porta al crollo della funzione d'onda istantanea dell'altra particella.


Tale "azione spettrale a distanza" non è intuitivo, e nel 1935 Einstein ha tentato di utilizzare l'intricato criticare  per  che la descrizione quantistica della realtà fisica sia incompleta. Einstein credeva che nessuna informazione potesse viaggiare più velocemente della luce e suggerì che ci potrebbero essere alcune teorie variabili nascoste locali che potrebbero spiegare il mondo in modo deterministico, se e solo se obbediscono al realismo e alla località. Nel 1964, JS Bell ha mostrato che il dibattito può essere risolto  una  ; Misurando le correlazioni tra i partiti impigliati, il risultato calcolato dalle teorie locali variabili nascoste dovrebbe essere costretto dalla disuguaglianza di Bell, che, d'altra parte, può essere violata nelle previsioni della meccanica quantistica.
Riducendo notevolmente la velocità della luce, i ricercatori dell'Università di Scienza e della Tecnologia di Hong Kong hanno implementato un Test di Bell e sono stati in grado di generare biphotoni a banda stretta intrecciati in banda di frequenza dalla miscelazione spontanea a quattro onde (SFWM) in atomi freddi con un doppio percorso Dove la differenza di fase tra i due percorsi spaziali può essere controllata in modo indipendente e non locale.
Articolo