giovedì 11 maggio 2017

I modelli temporali delle emissioni di fotoni possono essere memorizzati e recuperati diversi giorni dopo dallo "stesso spazio": prove sperimentali e quantitative

Le misurazioni dei tubi fotomoltiplicatori durante le produzioni simultanee di emissioni di fotoni non locali + locali hanno reso notevolmente raddoppiati le durate dei picchi di fotoni da reazioni di idrogeno perossido-ipoclorito se entrambi i loci sono stati esposti alle stesse configurazioni di varia velocità angolare di campi magnetici circolari. Diversi modelli temporali manipolati sperimentalmente delle emissioni di fotoni sono stati evidenti come picchi "spontanei" entro 3 - 5 giorni dopo le iniezioni effettive quando era presente la stessa configurazione del campo magnetico, ma non si sono verificate iniezioni. Questi risultati suggeriscono che i modelli temporali delle emissioni di fotoni entangled sono stati "memorizzati" nello spazio-tempo e potrebbero essere recuperati molto tempo dopo che gli eventi sono stati generati

articolo pdf