giovedì 20 aprile 2017

Evidenze di uno stato di coscienza elevato trovato in una recente ricerca dell'Università di Sussex




Una prova scientifica di uno stato di coscienza superiore è stata trovata dall''Università di Sussex.
La diversità del segnale magneto-encefalografico mostra chiaramente il cervello in uno stato di coscienza superiore quando sottoposto all'influenza di composti psicoattivi. Ma la differenza sostanziale indica che gli stati più alti non sono nel periodo soggetto ad anestesia bensì nel periodo di riposo sveglio. La ricerca è interessante nella modalità di come il cervello si sintonizza con gli stati più alti di coscienza.

Ipotizzare infatti che un aumento della complessità del segnale del campo elettromagnetico generato dal cervello consenti di incanalare uno stato mentale più espanso e complesso, potrebbe chiarire diverse funzionalità del cervello rispetto al meccanismo di coscienza.