giovedì 30 marzo 2017

Il centro dello spin

La torsione è la base della creazione nell'universo.  Essa rimane in traccia anche senza che ci sia un oggetto fisico che precedentemente l'ha deformata.
La vibrazione d'onda che noi chiamiamo spin è una delle molteplici vibrazioni di campo in maniera torsiva. Dunque la mente che ottiene informazioni dalla sua stessa perturbazione ondulatoria in una trasformata di Fourier ha un punto di correlazione. Tale punto deve essere per forza il centro dello spin. Ora qual'è il punto che è in grado di correlare tutti gli spin o tutte le vibrazioni?  Il punto dev'essere per forza di cosa il silenzio. E' come lo scarico del lavandino, lì decorrerà tutta l'acqua. Ora immaginate una mente composta da campo fluido articolato dove può incontrarsi perfettamente in tutte le sue ramificazioni e perturbazioni? Nel silenzio, ecco perché per portare tutto al centro bisogna trovare il silenzio.
Gli spin convergono nel silenzio come le onde imparano ad accordarsi e non rimbalzare, ma se la perturbazione del campo è la stessa complessità che consente di ottenere dettaglio, densità ed informazioni il silenzio sarà l'unico modo per correlare correttamente tale ciclo informativo di spin. 

Come per un robot da cucina quando si frulla un liquido esso tenderà ad uscire dall'alto a causa della potenza centrifuga, così il campo ha una forza repulsiva dovuta alla rotazione. Questo fenomeno crea l'ondulazione. Centrare gli spin significa essere nell'asse interno del vortice e nel silenzio, nella totalità. Questo fenomeno è applicabile al principio che viene comunemente definito mente, dove ogni ciclo espansivo dovrà essere riportato al centro una volta persa la sua inerzia rotativa.