domenica 2 ottobre 2016

Accordare lo sviluppo armonico della Terra: piramidi e valvola di Ighina

Per chi vuole approfondire l'argomento condividiamo il link di funzionamento del sistema Terra.

Dossier Terra

Le rivoluzioni scientifiche si sa arrivano quando qualcosa di grande si scopre, ma attualmente al contrario teorie e rilevanze ottenute da più ricercatori e tenute in stand-by per mancanza di conferme, sono ora riprese perché è la natura stessa a dimostrarle esatte.
Il passaggio in questo livello di densità aumentato come dimostrato dal dottor Dmitrev è la conferma di una tecnologia naturale che probabilmente, o intuitivamente, gli antichi conoscevano molto bene.
Tale passaggio consiste semplicemente in una compressione di campo, dove le matrici elettromagnetiche assumono una nuova innestabilità frattale.
L'universo viene sempre più visto come una sostanza unica, un campo unificato, comprimibile che è in grado di localizzare l'inerzia in punti vorticosi come la massa.
Tutti i campi sono fatti di domini a forma toroidale che è il modo naturale per cui un onda del campo è in grado di stazionare.
Questo consente di rivalutare tutte le tecnologie di cui l'universo si serve per creare le dinamiche naturali, ed unificarle in un unica legge che governa il movimento frattale di campo.
I concetti di movimento globale delle placche viene rivalutato in maniera più grande se si tiene conto della fisica che interviene per formare la Terra.
Movimenti prima considerati caotici sono l'espressione creativa di un annidamento di onde coerenti che ricorrono in continuazione al centro.
L'evoluzione del sistema solare non è quindi affatto casuale, bensì un normale ciclo armonico di innestamento frattale.
Questo aumento vibrazionale è accompagnato dalla ramificazione dei campi in espansione secondo il modello Jitterburg fornito da Fuller.
Ogni centro di un toroide diventa un attrattore o oscillatore centrale che armonizza le bande di campo a seconda dell'inclinazione dei propri nodi stazionari.
Il Sole quale principale attrattore centrale è la fonte principale di tale dinamica ciclica che dimostra la stessa organizzazione a livello autosimilare, per cui troveremo le stesse proporzioni e funzionamenti in tutti i campi sottostanti innestati.
La Terra dimostra di essere infatti un piccolo oscillatore centrale, così come ogni nucleo toroidale presente in natura.
La capacità delle onde di ricorrere al centro di ogni vortice in maniera frattale crea un vortice di fluido nel campo unificato, infatti le evidenze mostrano come l'accelerazione della carica in cascata di onde armoniche di velocità  rende facilmente unibili forze come la gravità e la carica appunto.
L'energia che si muove in cerchio crea la massa, e quindi la carica disposta in frattale crea la gravità, quindi cose come la compressione di carica = gravità, già pensate ad Einstein, sono ora dimostrabili
Il ruolo di ogni vortice è fondamentale in quando è una porzione di campo.
In questo senso si ha una meccanica fisica di innestamento di campo dove l'uomo è una parte essenziale nel processo informativo.
I dati sulle opere megalitiche e sulle capacità degli antichi di comprendere come funzionasse la griglia terrestre sono così tanti da confermare pienamente l'uso dei megaliti come amplificatori di flusso, e come accordatori per armonizzare l'energia che i nodi della griglia emettono.
Opportunamente progettati i megaliti possono fungere da attrattori di carica, esattamente come un moderno condensatore.
Il posizionamento della griglia governa pienamente la disposizione dei continenti sulla Terra, e si sviluppa in una serie armonica a geometria platonica evolvendo nella serie geometrica spiegata da Fuller che espande la Terra.
Il problema principale per gli scienziati convenzionali con l'idea per cui la Terra possa avere una forma di energia luminosa nel suo nucleo è che l'energia non sembra avere mezzi per essere ricaricata.
Ora sappiamo che le onde eteriche sono la fonte di flusso di tutta la materia visibile, e che è in grado quindi di passare attraverso qualsiasi sostanza meno densa.
Il lavoro del Dr.Athelstan Spilhaus per il NOAA ha mostrato che l'espansione continentale della Terra ha seguito le linee guida della geometria di campo tracciata dalla griglia.
Continuando a crescere e formare i continenti in modi diversi, avrebbero necessariamente causato aggiustamenti angolari dell'asse di rotazione planetario per mantenere la propria forma.
Lo spostamento in un area a densità più elevata del sistema solare sta aumentando la luminosità e l'energia eterica ricevute dai pianeti che la trasformano in una naturale espansione geometrica.
Così attualmente lo spostamento dell'asse corrisponde ad un lieve spostamento dei nodi della griglia che erano situati esattamente sotto le strutture megalitiche costruite dagli antichi.
Ogni nodo è un vertici di un onda stazionaria e rappresenta le equidistanza perfetta e non distruttiva tra onde armoniche Phi.
Tale espansione diviene distruttiva nel momento in cui la pressione eterica esercitata sul sistema limita l'espansione geometrica creando i terremoti, che sono una bucatura del rivestimento esterno.
Carl Munck elaboro perfettamente un modello matematico della griglia usata dagli antichi in radianti e arcotangenti e tangenti, trovando le misure esatte di tale griglia.
Il lavoro di Munck dimostra definitivamente che gli Antichi utilizzavano Gizeh, in Egitto, quale longitudine zero o Primo Meridiano.
Nella fisica della compressione di campo la forma tetraedrica non è casuale in quanto è la migliore forma per cui le onde possono ricorre ed armonizzarsi.
Queste strutture rendono un campo facilmente innestabile e funzionano da accordatore di flusso come poi visto anche negli esperimenti russi.
Il dottor Clark ha dimostrato che i vertici della griglia terrestre possono essere tranquillamente usati come zone antigravitazionali dove è possibile far lievitare gli oggetti.
Il movimento delle placche è ordinato e guidato da questi punti antigravitazionali che fungono da asse centrale per lo smistamento delle placche su una sfera.
Conoscendo questa tecnologia naturale sarebbe opportuno progettare le opere dell'uomo nel rispetto di queste linee di energia magnetica per non disturbare il corretto funzionamento delle stesse.
Questa griglia è un campo ed essendo un campo geometrico è in relazione con gli altri campi geometrici come quelli dell'uomo che con il corretto innestamento di aggancio sintonizzando il proprio arco con quello della griglia contribuisce a diminuire i punti di stress che si verificano sulla Terra.
I punti della griglia sviluppano a loro volta un campo frattale armonico che relaziona gli eventi sulla crosta come documentato anche dalla Prof. Marisa Grande nel suo lavoro sulle Celle Geomorfologiche.
Un piano adeguato di intervento e pianificazione sostenibile non può non tenere conto di queste influenze che a loro volta derivano dal posizionamento della Terra nel sistema solare.
Dal modello che si evince dagli schemi di frattalità di campo la Terra è una nota o nodo stazionario di una matrice geometrica facente parte del sistema solare che ha un onda portante di campo e si sviluppa nel movimento Jitterburg nella formazione dei solidi platonici nel campo unificato.
Capire la tecnologia alla base del movimento rotazionale del pianeta e del suo funzionamento è la base fondamentale per trovare un modo naturale di sviluppo ed evoluzione pianificate alle esigenze di tali delicati flussi naturali.
L'intervento tecnologico smodato interferisce nel campo in maniera resistenza e impedisce il facile innestamento di campo di un frattale armonico in base Phi.
In questo senso non dovrebbe stupire l'innumerevole aumento di casi di eventi catastrofici corrispondenti allo sviluppo naturale del sistema Terra che in questo momento sta avvenendo sul pianeta.
In fisica ormai si va sempre più verso le risultanze che l'universo sia composto di onde, il solo modo in cui le onde di carica possono inserirsi l'una nell'altra senza interferire distruttivamente è attraverso la spirale aurea, che in sequenza compone il toroide.
In geometria, la Spirale Aurea è una spirale logaritmica con fattore di accrescimento pari alla sezione aurea.
In pratica in un universo fatto di onde l'unico modo per cui qualsiasi cosa possa sostenersi è un vortice, dove le onde possono muoversi da dentro a fuori senza distruggersi.
Il campo frattale per cui diventa la regola base per qualsiasi tipo di campo e descrive l'unico modo per cui una serie di campi si annidino armonicamente.
Ogni sfera è proprio il modo vibratorio più alto per cui le onde possano muoversi dal centro all'esterno ricreando in continuazione le strutture, la massa, e la materia.
Nessun modello unificato era mai riuscito a spiegare completamente l'elettromagnetismo, la gravità e le altre forze presenti in natura, ma riesce a spiegare con soluzioni eleganti anche le rilevanze della fisica quantistica, la teoria delle stringhe e le connessioni che ora stanno emergendo in maniera evidente da questa modifica del sistema solare.
In scienza ciò che è misurabile è un fatto, e ormai esperimenti riusciti e ripetuti e conferme naturali dimostrano l'esistenza di una tecnologia precisa di funzionamento del sistema ad onde nell'universo che può dare una notevole soluzione di tutti i problemi presenti a patto che si accolga oggettivamente la rilevanza di queste evidenze senza aver paura di abbandonare vecchie teorie o per il semplice fatto di andare contro corrente.
La vera tecnologia è nella natura e non nella fabbricazione artificiali di modelli che la imitano.
Alcune rilevazioni in natura mostrano come l'uso smodato di ferro nelle costruzioni tecnologiche dell'uomo, e nell'edificazione che non tiene conto della densità di carica porta numerosi problemi al sistema.
Il flusso magnetico è usato dagli animali come fonte, come guida per la navigazioni, è seguita dalle piante nella direzione ed inclinazione della loro crescita ecc., se tale flusso viene disturbato si otterranno spiaggiamento di balene, estinzioni di uccelli, alberi malati a causa della presenza artificiale di sostanze di ferro e un pianificazione sostenibile non può permettersi di autodistruggere l'ambiente.
Il rumore di scarto creato dalle griglie elettriche, la messa a terra di trasformatori sono un veleno totale per i flussi magnetici naturali che aiutano tutti i sistemi ad auto- sostenersi.
Anche i flussi d'acqua seguono delicatamente le curve elettromagnetiche del pianeta, in questo bisognerebbe progettare accuratamente i cavi dell'alta tensione, e togliere i cavi ad alto amperaggio che vanno a  terra.
L'amperaggio che sfocia nel terreno come scarico dalle forniture familiari è talmente alta ed inquinante da urgere un immediato intervento.
Progettare senza tenere conto di come fa la Terra a funzionare è una costruzione non sostenibile che prima o poi sfocerà in un meccanismo distruttivo.
Per parafrasare famosi filosofi si può dire “la natura è viva e se non ve ne accorgete morirete con lei”.
Le onde solari attualmente vanno di pari passo con l'aumento di compressione proprio perchè il vento di compressione sta accelerando la carica.
I concetti di salto quantico, accelerazione gravitazionale sono legati a questo semplice movimento, e richiedono innestabilità frattale di campo.
La sezione aurea risolve il problema di come portare un numero elevatissimo di onde coerenti diverse in un unico punto e comprimerle.
L'energia che ha un moto rotatorio accumula inerzia e viene chiamata massa, e tempo mentre quando smette di ruotare è energia libera o meglio pura, così il bilanciamento fra materia e energia è la stessa che ce tra un cerchio e una linea.
Ogni volta che la natura crea la vita, o la gravità, usa lo stesso schema frattale basato sulla sezione aurea per accelerare le onde e permettere la massa e la vita.
Se comprendiamo come l'etere ricrea continuamente ogni struttura nella forma del toroide comprendiamo come le piramidi degli antichi funzionassero proprio come accordatori della griglia terrestre per le energie in entrata dai poli e in distribuzione dal centro. Le teorie di Ighina sull'atomo magnetico sono equiparate nella versione moderna dell'atomo eterico.  
Il lavoro di Kozyrev e altri ci ha mostrato che tutta la materia imbriglia onde di torsione per sostenere la propria esistenza.
La geometria è un fattore importante nel regno quantico, dato che rappresenta la forma naturale che la vibrazione crea nella materia fluida. Queste vibrazioni eteriche che avvengono naturalmente spingeranno gli atomi, quando rilasciati da un becco molto sottile, ad unirsi in microcluster geometricamente perfetti, che agiscono a loro volta come un grande atomo.
La chiave è che queste forme geometriche vengono create dalla vibrazione. Affinché questa vibrazione possa avvenire, un atomo deve costantemente assorbire e allo stesso tempo emanare energia eterica. Al persistere di questa vibrazione, l’atomo butterà fuori onde di torsione nell’etere circostante. Ciò significa che ogni atomo è un generatore di torsione, e a seconda della “polarizzazione generale della sua rotazione”, cioè se nelle sue nuvole elettroniche c’è una maggiore quantità di rotazione destrorsa o sinistrorsa, l’oggetto genererà onde di torsione destrorse o sinistrorse. Ovviamente una “massa” più grande di atomi che si raggruppano in oggetti fisici comuni seguirebbe le stesse regole.
Se immaginiamo la materia come una spugna che beve etere, se la spugna è una sfera perfetta, allora la spugna butterà fuori una quantità d’acqua uguale in tutte le direzioni ad una velocità di flusso costante. Tuttavia, se la spugna fosse a forma di cono, allora ogni volta che la spugna si contrae, dal vertice del cono uscirà una quantità maggiore d’acqua rispetto alle altre aree. Questo è facilmente visualizzabile con l’analogia dell’acqua che passa attraverso un imbuto. Nel caso di questa analogia, il vertice del cono rilascerà onde di torsione destrorse.
Ovviamente, in questa categoria c’è ognuno dei Solidi Platonici, ma altre forme possono imbrigliare onde di torsione senza necessariamente essere Solidi Platonici. Il dott. Victor Grebennikov ha scoperto questi fenomeni nell’ “effetto di cavità strutturale” o CSE, durante i sui studi sugli insetti.  Per questo materiale è bene approfondire il lavoro di Dan A. Davison sul potere della forma.
La valvola di Ighina sfrutta questo principio per accordare le onde provenienti dalla griglia in fase e renderle armoniche e non distruttive.

Così come una moderna piramide la valvola antisismica è un accordatore di flusso eterico della Terra che è in grado di scaricare l'energia della griglia terrestre studiata Becker/Hagens  in maniera armonica.
Infatti nel fluire nella valvola l'energia eterica viene completamente correlata in fase in sezione aurea, raggiunge le sue giuste distanze e non è mai distruttiva.

Con questo tipo di tecnologia saremo in grado di prevenire questi scenari: