sabato 28 novembre 2015

Iper-comunicazione svelata

I ricercatori russi dicono anche di aver scoperto che il nostro DNA può creare delle interferenze nel vuoto, arrivando a produrre dei “tunnel spaziali”, equivalenti nel mondo del micro ai cosiddetti "ponti Einstein-Rosen" del mondo del macro. Gli scienziati russi hanno scoperto che il DNA può creare modelli invisibili e strutturati nell'energia del vuoto nello spazio, questo crea i cosiddetti wormholes magnetici (buchi di verme) a cui si riferiscono gli studi di Garjajev e Poponin sul fenomeno da loro chiamato "Effetto DNA Fantasma". I wormholes sono l'equivalente dei cosiddetti ponti Einstein-Rosen nelle vicinanze dei buchi neri che si manifestano dopo la "morte" delle stelle. Questi sono tunnel di comunicazione tra diverse aree dell'universo, tramite i quali l'informazione può essere trasmessa fuori da spazio e tempo. Negli umani l'iper-comunicazione si osserva quando una persona ottiene all'improvviso un'informazione che è fuori dalle sue conoscenze di base. Molte persone dopo stani incidenti hanno avuto in eredità incredibili talenti come saper suonare tutti i tipi di strumento disegnare modelli matematici complessi o frattali. La prima cosa da capire è che lo spazio è il frutto di una torsione aurea che porta la l'energia proveniente dalle alte radiazioni a collassare come in uno scarico di lavandino. Nella torsione parte dello spazio accumula inerzia diventando materia. La materia ha dunque sempre bisogno di essere alimentata dal flusso di torsione eterico per rimanere in forma altrimenti svanisce. Ne è un classico esempio l'effetto Casimir dove due piastre opportunamente isolate dai campi e sotto vuoto vengono spinte ad annullarsi dalla pressione esterna che esercita la vibrazione. In questo senso bisogna capire che lo spazio nella sua torsione accumula informazioni per poterle comprimere ed aumentare di densità, la compressione lungo una rotazione di onde armonica si addensa fino ad arrivare al dominio del vuoto. Tale dominio è chiamato da molti singolarità.



La singolarità è il centro o foro nel vortice o dominio del vuoto che consente di attraversare la propria centratura e sfondare nel dominio di coscienza estesa ed indifferenziata dove l'intelligenza è potenzialmente infinita.
Per accedere alle informazioni di qualsiasi natura è importante imparare a correlare tutte le onde del proprio vortice a spirale che man mano si avvicino al centro aumentano di velocità. Il cervello è in grado di sintonizzarsi a varie frequenze di coscienze, dalle Beta alle Gamma. correlare queste onde e renderle armoniche significa unificare il sè entro la compressione di carica e giungere nella stabilità del proprio dominio del vuoto, in questo stato è possibile sintonizzarsi sulla risonanza di Schuman e passare dal dominio del vuoto al centro della Terra dal quale è possibile connettersi a quello nel dominio del suo e distribuirsi in maniera frattale in tutta la rete a griglia. Ottenere informazioni in questa modalità è assai semplice. Nel prossimo libro in uscita nel 2016 i segreti della mente tra le onde saranno spiegati.