lunedì 16 novembre 2015

Azione spettrale a distanza

Recentemente si discute in maniera ampia dell'effetto di azione spettrale a  distanza in alcuni settori della scienza. Una recente scoperta ha dimostrato che il DNA ha la capacità di riconoscere similitudini in altri filamenti di DNA ad una certa distanza tendendo a riunirsi con tali frammenti.
In fisica l'azione a distanza è un azione immediata che si verifica tra oggetti separati a distanza con presunti mediatori.
L'entanglement quantistico è un esempio di come in fisica, o meglio in natura tale fenomeno sia istantaneo e vada oltre la distanza conosciuta.
Una buona porzione della scienza ufficiale, attualmente non riconosce questo fenomeno relegando la capacità del DNA di organizzarsi in maniera consequenziale alla struttura genetica interna.
Una ricerca pubblicata sull' ACS' journal of Phisycal Chemistry mostra chiaramente che il riconoscimento di omologia tra le sequenze di diversi nucleotidi avviene senza la mediazione di nessuna proteina o il contatto fisico tra loro.
Questo per alcuni teorici di scienza è eretismo o magia, o peggio ancora immaginazione.
Dewey Larson, come altri scienziati, ha passato una vita a risolvere le incongruenze della fisica classica, facendo peculiari recensioni di tutti i dati scientifici  di cui disponeva nel tentativo di conciliare tali incongruenze.
La sua teoria dei sistemi reciproci è quanto di più accurato e veritiero presente nelle esposizioni scientifiche attuali.
In seguito alle sue ricerche fu in grado di dimostrare che esiste una forza organizzativa che fornisce le informazioni necessarie a mantenere un corpo in forma e a farlo funzionare.
Nella sua teoria lo spazio non è visto come un mero contenitore di forme bensì un movimento articolato di un flusso che ha come reciproco il tempo.
A molti la sua opera sembra un' astrazione, ma è in realtà ciò che compie la mente a fare l'astrazione, ovvero nella sua teoria viene mostrato come la mente sia in grado di navigare all'interno di astrazioni tra passato e futuro proprio come un movimento apparente, quindi si evince che la natura di tale campo è mentale.
In pratica il campo organizzativo è la mente che si articola in diverse forme. Egli descrisse come ci sia una componente mentale da considerarsi nel tempo spazio (reciproco di spazio tempo e di natura movibile nel tempo), che fornisce informazioni al corpo presente nello spazio tempo capace solo di muoversi nello spazio.
In un contesto del genere l'azione spettrale a distanza riscontrata nel DNA non è altro che tale campo mentale in funzione.
Nei nostri libri siamo andati in profondità nel meccanismo mostrando come l'azione di campo che ci sembra essere a distanza è correlato dalle forme geometrica che l'azione spiraleggiante del campo unificato produce.
In questo meccanismo bisogna immaginare come se due punti apparentemente separati di spazio sono comunque immersi nel campo unificato dove acquisiscono capacità di scambio reciproco tramite legami derivanti da figure geometriche di solidi platonici.
Una volta attuato il legame, il sistema si comporta all'unisono essendo la stessa figura che distribuisce lo spin, ed apparendo nello spazio. Ciò che si vede sono i nodi stazionari ad una certa velocità d fase.