mercoledì 1 novembre 2017

Nuovi approcci alla ricostruzione derivante dal vuoto.

In questo articolo viene spiegata la teoria secondo cui la realtà derivante dal vuoto sia strutturata in tubi flessibili. Nella nostra esposizione abbiamo elencato come l'effetto tunnel coordinato in onde stazionarie connesse al dominio del vuoto sia la topologia basilare per la strutturazione di spazio-tempo. Interessante notare come l'evoluzione delle teorie porti ad un immaginario simile pur con linguaggio diverso, frutto di una coo-dinamica spaziale/mentale condivisa......



In un recente lavoro, i ricercatori hanno proposto una nuova spiegazione topologica per la dimensionalità dello spazio-tempo. Essi hanno suggerito una struttura per il vuoto costituito da una rete di tubi flessibili fortemente annodati / collegati. Poiché la rete può essere topologicamente stabile solo in tre dimensioni spaziali, questo scenario fornisce una spiegazione dinamica per l'esistenza di esattamente tre grandi dimensioni spaziali nel nostro Universo.

A questo punto, questa teoria è solo un modello che collega la struttura del vuoto con il più presto periodo della formazione del nostro universo. Tuttavia, potrebbe spiegare alcune domande ardenti su come il cosmo si è evoluto nella sua forma attuale.