sabato 26 novembre 2016

L'informazione dello spazio-tempo


L'informazione è il costrutto dinamico fondamentale per qualsiasi sistema, l'informazione è ciò che suggerisce alla biologia, al DNA, alla natura come comportarsi.  Un operatore informativo che funziona per feedback è il frattale, che consente alla informazione di dettagliarsi e di trovare un auto-organizzazione sintropica.  Ma come si articolano le informazioni nell'universo. La vibrazione viene enunciata come uno dei fenomeni base dell'universo, ma su cosa si basa questa vibrazione e come fa ad essere informazione?
La struttura dello spazio-tempo va rivisitata in termini di geometria e densità, in questo senso la geometria dello spazio-tempo rappresenta la codifica informativa dell'universo. La struttura dello spazio-tempo diviene quindi la principale fonte d'informazione per la struttura della materia e delle forze dell'universo.
La codifica di questa geometria permette di determinare il variare delle forze e del comportamento dei sistemi apparenti.
Nel punto zero abbiamo che un punto generico di spazio è riempito nella maniera più estesa possibile, quindi densa, questa struttura deve per forza essere la base dalla quale le altre strutture meno dense dipendono.  La biologia come tutte le altre cose è fatta dello stesso spazio in una densità ancora non colma, questo processo di cercare l'addensamento quindi il massimo informativo porta inevitabilmente all'evoluzione di qualsiasi sistema, anche per semplice differenza di pressione.
Ora se ogni singolo punto di spaziosi addensa in informazioni c'è bisogno di un collegamento spaziale per la distribuzione e la condivisione delle informazioni. Qui entra in gioco il tunnel , l'entanglement e tutto la struttura a rete che assume l'universo. Infatti se ogni porzione di spazio ha delle strutture articolate in geometrie, è proprio tramite i tunnel o wormhole che avvengono i trasferimenti informativi in tutta la rete di spazio tempo, a velocità supeluminali.

In pratica lo spazio-tempo si comporta come una grande rete di elaborazione informativa. In questo senso ogni settore di spazio sta contribuendo in qualche misura al processo informativo dell'intera rete. Questo ci fa capire che la biologia che oggi vediamo, la biosfera e la Terra in sè non può assolutamente essere frutto di un caso, o di combinazioni chimiche casuali. ma frutto di un'interazione precisa e super informata di una rete ad alto contenuto informativo.   

 Tempo da entanglement quantisticohttp://arxiv.org/pdf/1310.4691v1.pdf 
Il Planck-Kleinert mondo di cristallo http://users.physik.fu-berlin.de/~kleinert/papers/planckklcZN.pdf 
Costruire lo spazio-tempo con entanglement quantistico - http://arxiv.org/pdf/1005.3035v1.pdf 
Poynting campo vortexhttp://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/21672857.2012.11519696