mercoledì 3 agosto 2016

A spasso tra le onde.

In fisica l'unica definizione di massa è l'inerzia. In un campo unificato la differenziazione di leggi e oggetti è dovuta alla coniugazione di fase della vibrazione risonante di un'onda. Il concetto di spazio viene fuori dalla differenza di polarità e densità di campo di ogni singola porzione di campo. Chiamiamo il campo ultimo etere, in questo etere un'onda non coniugata ha andamento lineare distruttiva chiamata comunemente caos. Quando la vibrazione si avvolge attorno ad un asse di risucchio inizia a produrre un cono e la sua dinamica stazionaria diventa eccentrica.
Quando tale onda viene risucchiata in un cerchio inizia ad acquisire una resistenza giroscopica al cambiamento di posizione. Questo fenomeno è la materia. Quando Fuller in punto di morte disse niente tocca niente voleva dire che l'unico concetto di tocco è in realtà una repulsione gravitazionale o elettromagnetica. Dunque il movimento in cerchio dell'etere crea la materia, ma ne è anche l'unica fonte di mantenimento. Qualsiasi oggetto deve dunque assorbire e rilasciare l'etere per tenersi in fase e quindi esistere. Questo scorrere dovuto alla differente densità eterica nonchè alla diversa geometria è lo scorrere continuo dell'universo che quando si comprime in un cono crea la gravità. Il peso, la salute e molto altro dipendono, quindi dal ripiegamento eterico che spinge sul vostro cono resistente al cambiamento. Tuttavia quando le onde si coniugano in fase in un cono iniziano a creare l'effetto di attrazione tipico del monopolio magnetico. Così, l'universo inizia ad avere un'attrattore che diventa la legge della risonanza. I monopoli simili si attraggono, gli altri si respingono. L'effetto gravità che tiene a distanza i pianeti è dovuto al campo torsionale del pianeta. Ora che sapete che siete fatti d'infinito la vostra vita va meglio?