mercoledì 24 febbraio 2016

La coerenza influenza il campo collettivo.

Gli studi di alcuni biologi molecolari, convengono sempre più che il  DNA anche nella sua struttura biofisica si comporta come un superconduttore, in pratica non disperde energia ed è in grado di processare l'informazione. Ovviamente in qualità di informazione ha un'influenza dipendente dalla sua coerenza, in quanto il fenomeno oscillatorio coerente è auto-sostenibile. La differenza tra la luce che si disperde e la luce in fase che genera un laser è nota  a tutti come effetto. Quando la mente tramite l'utilizzo di tecniche o tramite lo stato rilassato giunge ad una coerenza bilanciata tra emisferi, si assiste a delle capacità che non sono osservabili in uno stato di normale incoerenza, ossia quando il cervello presenta fenomeni di desincronizzazione come nel normale stato di veglia. Tramite la realizzazione di un alto livello di coerenza oltre ad avere notevoli effetti sulla fisiologia, si riscontra un effetto di campo rilevabile nei termini di coscienza collettiva di una popolazione.
Quando si realizza un alto livello di coerenza cerebrale, si attiva il fenomeno della risonanza come propagazione dell'effetto di campo nell'ambiente circostante. Le onde altamente coerenti “influiscono” e rendono coerenti le onde cerebrali di altre persone, determinando un funzionamento più coerente di alcuni processi mentali. La realizzazione di questo livello di coerenza cerebrale determina la riduzione degli effetti dei campi magnetici in cui noi siamo immersi e la propagazione della coerenza cerebrale; quest’ultima tende ad armonizzare e rendere coerenti le onde cerebrali della coscienza collettiva determinando degli effetti positivi sui quei parametri che indicano la qualità della vita all’interno di una collettività.
Alcuni studi dimostrano che la capacità di tenere un immagine mentale per lungo tempo è in grado di diffondere una coerenza altamente stabile anche nella stanza dove avviene la visualizzazione. La geometria proiettiva d'onda ci consente di capire come tale fenomeno sia radiante ed auto-costruttivo, grazie all'interferenza altamente costruttiva. A volte l'abitudine a passare le giornate guardando immagini fuori da noi, come per la televisione e il computer, indebolisce la capacità di focalizzazione mentale e quindi di trovare coerenza. Imparare invece ad aggiungere alla visualizzazione, emozioni e sensazioni amplifica a dismisura la capacità di cambiare il campo di una stanza e quindi influenza le onde cerebrali generali. La torsione dello spazio rende ogni ente un piccolo orizzonte degli eventi, quindi l'informazione è attratta all'interno di ogni persona per essere compressa, quando si rende l'informazione coerente una persona diventa l'equivalente di un piccolo Sole. Immaginate cosa avviene quando tutti tendiamo alla coerenza di campo........